Archive

Posts Tagged ‘viaggi’
29 Jan

Pescocostanzo, l’Abruzzo e la Majella

In questi giorni sono tornato da un breve weekend sulla neve a Pescocostanzo, piccolissimo paesino a 4 km da Roccaraso. Che bello! Arroccato a 1400 metri d’altezza, Pescocostanzo conserva ancora i suoi edifici a cavallo del 1400 e del 1600, e girare per le viuzze é stato come trovarsi d’incanto nel passato. Di giorno siamo andati a sciare (Aremogna, principalmente) e abbiamo potuto constatare quanto fosse costoso ma divertente. Sto ancora imparando, anche le piste blu mi fanno paura! Una nota stonata: a Roccaraso, di domenica, arrivano quegli autobus pieni di napoletani che sembrano orde di zulù all’assalto della cittadina di monaci… Per fortuna è gente che non sa sciare, quindi si ferma al paese e non visita nient’altro. Un consiglio: Albergo dell’oca, a Pescocostanzo,ci ha ospitati divinamente. Nei ristoranti chiedete i piatti tipici, non ve ne pentirete. Una promessa: tornare a Pescocostanzo anche d’estate, per dimostrare a certi amici che la montagna è uno spasso sempre…

17 Jan

troppo clamore intorno alle moto

Oggi pomeriggio, per staccare dallo studio, sono andato a prendere un caffè con un amico. Per la strada ho incontrato, in sella alla sua Suzuki 600, il padre della mia ragazza che si stava facendo un giro complice la bella giornata. Un cenno e ci siamo ritrovati in tre al bar.
Com’è avere un suocero motociclista? Devo dire che fa la sua porca impressione sui miei amici, che affascinati da questo signore cinquantenne pensano che io e lui andiamo a donne insieme. Beh io sto con la figlia, quindi finisce lì la trasgressione :)

Questi due “compagni” hanno iniziato a parlare della loro passione per le moto, scambiandosi trucchi, consigli e opinioni. Il tutto per un’ora buona. Io, che sull’argomento non ho molto da dire (sono il felice possessore di una vespa 50, altro che centauro roboante!) sono stato ad ascoltare le loro chiacchiere a tema.
Ebbene, sommando questi discorsi agli altri che ho sentito, sembra che i motociclisti ci credano veramente! Insomma, la velocità è adrenalina, il viaggio è metafora, l’accessorio inutile m costoso è un Must. Perché tutto questo, non so: non sono ancora motociclista, ma inizio a sospettare che i motociclisti si stiano facendo infinocchiare dagli esperti di pubblicità delle aziende.
La moto come strumento utile per gli spostamenti? Macchè, la moto è troppo preziosa per una cosa così ordinaria! Meglio usare l’auto per andare a lavoro, e relegare la moto al week end.
La moto per godersi il panorama? No! Si deve correre con l’orecchio a terra!
La moto per rispettare la legge? Ma se il concessionario stesso te la vende già con la targa retrattile!
La moto per essere più comodi? La moto è scomoda, non ha bauletti, non ha uno scomparto per mettere neanche il portafogli, né cinghie per attaccare il casco!
Insomma perché se la comprano?

Ho paura che quando la prenderò io, e spero presto, non mi godrò tutta questa mitizzazione. È come aver già preso la pillola blu di Matrix e sapere che la moto nient’altro è che un mezzo di spostamento a due ruote, più sofisticato di una bici.

26 Aug

Giffoni Valle Piana, Berlino, Sellia Marina.. Castel San Giorgio :)

Quest’estate non si può dire che non mi sono mosso affatto: sono stato in ben 4 posti in un mese :) Certo non stiamo parlando di 4 capitali europee, ma è stato un bell’andirivieni e me lo racconto per poterlo ricordare un giorno.

Sono stato a Giffoni Valle Piana per il campo scout: non credevo che i Picentini potessero essere così belli. Sono montagne bellissime, come tutte le montagne del resto, e con tanti sentieri  (almeno dalla mappa così sembra). Il fatto è che sono così vicine e noi non le calcoliamo neanche.

Questo campo scout lo ricorderò perchè è stato il mio primo anno da capo reparto e poi perchè uno dei miei ragazzi è caduto giù da una scarpata e s’è fatto molto male; ha preso una botta in testa e ha perso la memoria delle ultime tre settimane, per circa due ore. Ho avuto molta paura, però dopo quella esperienza ho capito che se mantieni la calma va tutto bene. Qualche giorno dopo un altro ragazzo si è accoltellato il braccio e l’ho considerata una fesseria, figuratevi. Certo è che essere educatori e nel contempo far fronte a tanta responsabilità non è stato un toccasana per i miei nervi… non auguro a nessuno questo “battesimo del sangue”… ma sono cose che capitano a un campo scout; l’alternativa sarebbe di lasciar marcire i ragazzi  a casa davanti a un pc. Vi sembra il caso? no!

Tornato dal campo ci ho messo 2 giorni per riposarmi e poi sono partito per Berlino. Compagni di viaggio: mia sorella, mia cugina, la mia ragazza. Sapete, le vacanze culturali hanno un lato positivo e uno negativo: il lato positivo è che si va a vedere e a toccare con mano un pezzo di storia, di arte, di cultura estranea alla propria; il lato negativo è che starci 4-5 giorni non ti permette di conoscere a fondo la città, la lingua, ambientarsi meglio o conoscere qualcuno. Per questo, chi viene in vacanza con me dovrebbe essere pronto al fatto che mi giro una città dal mattino fino al pomeriggio, tutto a piedi, senza relax, e riuscendo a visitare tutti i monumenti più importanti anche approfonditamente. Di Berlino mi ha suggestionato la storia recente (il muro, il checkpoint charlie…) che a 20 anni di distanza sembra essere fantascienza. E poi anche il fatto che Hitler non fosse citato da nessuna parte, su nessuna guida, nessuna lapide, niente niente niente! Come a dire, i tedeschi se ne vergognano e lo trattano come la polvere che va a finire sotto al tappetino.

Infine Sellia Marina, in provincia di Catanzaro, è stato il luogo dove ho trascorso le vacanze relax. Il mare è una meraviglia anche perchè la costa ionica non è così frequentata come la costa Tirrenica. La spiaggia libera è sterminata, la mia casa è e a 200 metri dal mare (ho visto case che affacciano direttamente sull’acqua! potenza dei condoni edilizi) e quindi ci si svegliava, latte e nutella e poi tutti al mare! Compagni di viaggio, la mia ragazza, Davide (amico scout di vecchia data) e la sua ragazza. Inutile dire che ci siamo rilassati così tanto che gli unici momenti di tensione erano le partite a scopone, dove io e Davide abbiamo sempre perso :( Vicino c’è Soverato, Catanzaro Lido, Le Castella; abbiamo fatto un giro in tutti questi posti e poi di nuovo tornati a casa per riprendere il ritmo degli studi.

Continuerò a ripetere fino alla noia che per viaggiare davvero bisogna stare in un posto almeno 15-20 giorni.. per iniziare a masticare la cultura,la lingua, e vivere come uno di loro. Non è per tutti, me ne rendo conto.. E credo che non avrò più occasioni per andare a visitare un posto come dico io. Però viaggiare è sempre bello, se non fosse che è un po’ palloso guidare per ore su strade dritte..

Fatemi sapere come avete trascorso le vostre vacanze! se date buoni consigli, l’anno prossimo ci vado io :)

Enhanced by Zemanta
18 Aug

la UAAR parlerebbe uguale se a viaggiare Alitalia fosse Chirac?

ho letto il bellissimo gonzissimo articolo della sedicente “cronaca laica” di kataweb, un blog allineato sulla linea di questa fantomatica unione degli atei; un’associazione che non ha nessuno scopo, se non l’odio per una religione.

Personalmente ritengo che il Papa, oltre ad essere una figura spirituale (allineato su scelte che potranno far discutere, ma non più di quelle di tanti politici italiani), è anche un leader politico. Non dimentichiamo che, in virtù dei trattati Lateranensi di Mussolini e Craxi, alla Città del Vaticano è riconosciuta la sovranità proprio nella figura del Papa. Per quanto questa cosa non può piacere a tanti italiani che hanno problemi col prete, non è forse lo stesso tipo di astio che coinvolge i nostri cugini francesi (specialmente se si parla di calcio)? Insomma, voi fareste pagare un viaggio ad un capo di stato estero? Uno qualsiasi? Non penso: la diplomazia è l’unica arma che cambia i confini senza mietere vittime; e l’Italia deve semmai vantarsi di offrire ospitalità ad un leader religioso di tale caratura.

E poi, sono convinto che “nessuno da niente per senza niente” e che “senza denari non si cantano messe”; quindi il Papa il viaggio l’ha pagato. Se non fosse così, non mi scandalizzerei affatto.

Non so come fanno questi UAARiani ad inveire così tanto contro i cattolici. Ora chiedono il conto al Papa; strano che non si scandalizzano per il figlio di Mastella che va allo stadio con l’aereo di Stato, per il cantante Apicella che vola con Berlusconi, e manco per la D’Addario (che ha volato col biglietto pagato dal suo caro amico Tarantino – gira e gira chi li caccia sti soldi?).

Lo so che è difficile da digerire ma c’è ancora una buona fetta di Italia che è cattolica e condivide le parole del Papa. Chi non lo vuole ascoltare deve semplicemente cambiare canale, o cambiare giornale, cambiare radio, e cambiare professori a scuola. Nessuno è obbligato. Lo fanno anche gli immigrati che vengono qui da noi. Il punto è che chi viene educato con i valori della chiesa, sviluppa anche un imponente senso critico che prima o poi lo porta a pensare sul suo comportamento, sulla morale, e su ciò che accade intorno a lui. Tale senso critico non può derivare da un’educazione completamente obiettiva. Un mio amico un giorno si lamentava del crocifisso in classe, e io gli feci notare che proprio perchè lui si stava lamentando egli aveva fatto la sua scelta; non c’era bisogno di vietarlo per spingere la gente a scegliere (o a pensarci su).

Io penso che l’UAAR ce l’abbia con qualche prete che s’è fatto la moglie di qualche loro membro.. Pazienza… sono esseri umani… come voi! :-)

18 Aug

scopriamo Casertavecchia, messere!

casertavecchia by day

Qualche sera fa, in compagnia dei miei amici di Lanzara, ho passato una serata splendida in compagnia dei miei amici di Lanzara. La

serata è stata splendida non solo per la compagnia, quanto per il paese che abbiamo visitato: Casertavecchia.

Casertavecchia è un borgo medievale rimasto inalterato nel corso dei secoli. Come si può leggere sul sito ufficiale, si parla del borgo già dall’800 (non 1800!), quando si parla di Casairta, ossia “villaggio alto”. E’ stato sede vescovile fino al 1800, fino a quando la “Caserta” di sotto non era diventata sufficientemente potente da attirare anche il vescovo e il seminario.

casertavecchia panorama

E di gloria questo paese ne ha da vendere. le sue strade pavimentate in pietra, i muri scavati dal tempo e  gli archi, le finestre, le bifore, i vicoli e le colonne, i portici.. questo paese è rimasto intoccato dalla globalizzazione e dalla modernità.

Passeggiare di lì è un’esperienza romantica. Il mio consiglio è di andarci con la persona amata, ma anche un buon amico e un caffè possono essere il pretesto giusto. Come gustarsi il posto? lasciandosi andare, passeggiando un po’, scoprendo i vicoli e i particolari più nascosti, senza la fretta di avere altro da fare. Le suggestioni sono dietro l’angolo, che sia di giorno o di notte.

16 Feb

Saudade, Foz do Iguaçu, etc…

Ormai tra un po’ torno in Italia

Si sente la nostalgia? beh si, si sente. Da un lato tornare in Italia mi emoziona, dall’altro forse mi mancherà questa calma e l’intensità che ci ho messo nelle cose di tutti i giorni. Il carnevale, il compleanno, l’anniversario di Cornelio, le cascate che ho scalato e quelle che vedrò domani, la gente che ho conosciuto, l’emozione di pescare, bersi un cocco sulla spiaggia, bagnarsi nell’oceano (anche se la prima volta fu Matalascañas, in Spagna, per chi c’è stato non è difficile pensare che qualsiasi cosa è meglio di Matalascañas… Florianopolis è come Sevilla, ho detto tutto).

In Italia ci sono i miei affetti. Forse non è chiara la distanza, undicimilachilometri, ma poter comunque sentire tutti i giorni la voce delle persone più care, grazie a Internet. (questo è un’utilizzo costruttivo di una tecnologia). Il blog, poi, che ce la mette tutta per registrare il “michele-pensiero” maldestramente. Le foto, i video, insomma un sacco d cose che io ho visto le avete viste anche voi. Dieci anni fa era impensabile.

Le stelle che ho visto non sono le stesse che vedete voi. La mia testa è sottosopra, ed io non sto cadendo giù dal mondo (quindi se per ipotesi la terra è tonda, la gravità esiste).

Se siete solo un po’ come me, e provate a vivere la vostra vita intensamente, viaggiare così dovrebbe emozionarvi. Le ultime quattro notti, tolta l’ultima, non ho dormito in un letto (2 in autobus e 2 sul suolo) e le prossime tre notti dormirò ancora in autobus. Poi Italia. Poi mamma, papà, sorelle, amici, scout e università. Ritorno alla vita di prima _così come me ne sono andato_, riprendendo il ritmo, il fuso orario, l’impegno e la fiducia in me stesso, con tante cose viste e schiantate sottopelle (prometto di non farvi una testa tanta).

Ma chi mi conosce sa già che sto pianificando il futuro. (suscettibile di cambiamenti, ripensamenti o conferme. Ma prima di morire ci devo andare)

  • i 6 microstati d’Europa, tutti in una sola volta (Città del Vaticano, San Marino, Monaco, Lussemburgo, Liechtstein (?), Andorra)
  • Fortaleza, parte Nord del Brasile (probabilmente per il mondiale di fuccibol del 2014; mik&davide, ci sarete? o saranno solo chiacchiere? :p in bocca al lupo per la laurea)
  • Australia (ci dovremmo incontrare lì io e Binho uno dei prossimi anni)
  • Capo Nord (è probabilmente il prossimo, viaggio da fare assolutamente in auto. Candidati?)

Non so se torno a scrivere qui prima di tornare in Italia.

Arrivederci Brasile.

Italia preparami il letto, sto’ stanc…. ho “vissuto” molto

12 May

il siviglia ha vinto la coppa UEFA!!!

Salve ragazzi!

Il Siviglia, una delle due squadre della città, ha vinto la coppa UEFA!! Ieri sera sono stato in plaza San Francisco insieme a non so quanti tifosi e ho visto i discorsi del sindaco, dei giocatori, e di tutti i tifosi che piangevano, non avevano più voce a furia di cantare e sbattere le sciarpe in aria!!! All’uopo ho preparato alcune foto per farvi vedere com’era la piazza ieri sera (P.S. alle 3 di notte eh!).

Poi volevo pure dire “complimenti” al mio amico finlandese – casertano, cioè Daniele Monaco, che mo’ si sta facendo l’erasmus in Finlandia e s’è andato girando Mosca, San Pietroburgo e Love Boat . Complimenti!! Anzi, se volete sapere i resoconti di un ragazzo che è passato da 10 °C a -20 °C, e soprattutto volete vedere le foto delle lacrime congelate negli occhi, non dovete che andare qui: http://spaces.msn.com/bubbfin .

Esattamente il contrario di me invece, che sono passato dai 10 °C di Fisciano ai bellissimi 31 °C di Siviglia!!! e ke kalore!! Pensate che il pomeriggio quando vado a lezione si incolla il jeans sulla sedia. Di pomeriggio è impossibile uscire, lo faccio solo se necessario!

Vabbè. Stasera grande party per festeggiare l’esame di Lucia (una persona di qui che ha i genitori siciliani, ha vissuto 20 anni in america e ora vive in spagna da 2 anni!!!)… sicuramente la cosa dura molto. A presto le foto dei miei amiketti spagnoli…

E se domani va bene, vado a trovare Elvira a Granada!!!

Tanti baci, fatevi sentire numerosi!!! Michele

P.S. siccome il blog viene letto anche da persone spagnole che stanno studiando italiano, mi sono sforzato di scrivere il più correttamente possibile, senza entrare in malformazioni linguistiche dialettali. Mi scuso se per un motivo o per un’altro non sono riuscito ad evitare la mia parlata sopraffina!

Wow! e ke, m magno’ e’ vocabularie?!

23 Apr

Qualche novità da Siviglia

Oggi sono andato a messa nella cattedrale di Siviglia.

Che emozione!

Siviglia, che ha la terza cattedrale più grande del mondo, non poteva certo avere una messa mongola. Anzi. La prima cosa che mi ha stupito è come si svolge la messa: al centro della cattedrale, lì dove ogni giorno passano migliaia di turisti, immersi in un fascino tra il barocco musulmano, il gotico, e tutti gli stili che hanno man mano toccato la cattedrale. Appena arrivato, il coro mi ha quasi spaventato: l’organo suona profondo, dall’alto delle sue canne alte circa 10 metri, con un organista che probabilmente ha suonato con jimi hendrix e poi si è dato alla musica sacra. Il coro intrecciava canti con voci da uomo e da donna, e tutta l’atmosfera era molto religiosa. Per i primi venti minuti sono stato praticamente zitto per cercare di riprendermi dall’emozione, e quando l’ho fatto ho capito che dovevo cimentarmi in un’altra prova: dire le preghiere in spagnolo. Come fare se non le hai mai studiate? boh.. neanche quelle in italiano mi venivano…

Comunque, a presienziare la messa c’era il vescovo (credo cardinale) di Siviglia, un cazzo di tipo che ha una parlantina profonda, incalzante, ti commuove quasi quando parla; la predica è stata chiarissima, e lui che ti rapiva con le parole. Ad aiutare la folla di turisti che ascoltava la messa c’era un tenore, che ad ogni “amen” si alzava e cantando muoveva le mani in attesa di una voce del pubblico – forse ero l’unico che rispondeva in tutta la chiesa!!

Alla fine della messa, l’organista si è dato alla pazza gioia suonando un pezzo a metà tra il fusion e il classico, con un intermezzo (volgarmente “ritornello”) che ti entra nelle recchie e che ho canticchiato fino a casa, e quando ha finito di suonare la gente che è rimasta nella chiesa lo ha addirittura applaudito, alla ricerca disperata di un bis che purtroppo non c’è stato…

Peccato che oggi il tempo sia uggioso, le nuvole ricoprono tutto il cielo, non c’è nessuno spiraglio di luce.

Ho scoperto un’altra cosa interessante. Qui tutte le auto – polizia, comune, enti del gas acqua e via dicendo – sono renault. Questa cosa mi ha insospettito, perchè siamo in Spagna, e qui c’è la Seat no? Poi ho scoperto che vicino Siviglia c’è una fabbrica Renault molto grande, che ha dato lavoro a molta gente, per questo qui tutti comprano Renault. Per questo motivo, il 21 maggio (subito dopo il gran premio di Barcellona) Alonso viene qui, e la città si chiude per far sfilare alonso sulla sua monoposto! in pratica farà una decina di giri a tutto gas nelle strade di Siviglia, per un percorso di circa un paio di kilometri. Vista la fama che gode Alonso in Spagna, osannato come un Dio, credo che ci sarà molta gente, e yo tambien!

Bueno. Spero di raccontarvi altro. Grandissimi baci da Siviglia, oggi uggiosa, domani solare.

Michele!!!

P.S. sto seriamente pensando di scrivere una guida sull’Erasmus – come sopravvivere, cucinare, cosa deve avere una casa quando la scegliete, espressioni tipiche spagnole, etc etc etc.

Vi sembra la classica cazzata alla michele nasti? Fatemi sapere!

13 Dec

viaggio a londra

Salve a tutti!

vi scrivo dall’Italia anche se sono stato 4 giorni a Londra, con precisione da giovedì 8 dicembre a domenica 12. Le foto che dovreste riuscire a vedere sono il risultato di qualche giorno intenso tra monumenti, musei e pub. Vi descrivo brevemente quello che ho fatto.

Abbiamo visitato la cattedrale di Westminster, dove ci sono le tombe di tutti i monarchi inglesi e di altre personalità illustri della storia; molta è l’arte spesa in questa cattedrale. Costo: 5 £, dove col £ indicherò la sterlina (suppergiù 1£ = 1,5 €) (c’era lo sconto per gli studenti, e valeva anche per gli studenti stranieri, purchè muniti di tessera).

dopodichè siamo andati verso il big ben, abbiamo attraversato il ponte e siamo andati sotto la ruota panoramica. Il pomeriggio siamo stati alla cattedrale di St. Paul, che però era chiusa; per questo siamo andati a Covent Garden dove ci siamo dati a un po’ di shopping e abbiamo sorseggiato una cioccolata calda di schifosissima qualità. costo della cioccolata schifosa: 2,40 £.

Io mi sono anche buttato in un gioco da strada in cui dovevo riuscire a fare qualche metro stando in equilibrio su una bicicletta modificata; in pratica se giravo lo sterzo a destra la bici andava a sinistra etc. con 1 £ di spesa, potevo fare 2 tentativi, falliti entrambi.

Siamo poi tornati in albergo perchè i piedi erano addolorati troppo assai.

Il giorno successivo siamo andati a vedere buckingham palace sperando di vedere il cambio della guardia. Sfortunatamente, non solo siamo arrivati in ritardo, ma il cambio non c’è stato quel giorno. Così ci siamo dovuti accontentare di qualche foto cretina insieme a centinaia di turisti. Abbiamo poi passeggiato e siamo andati a Hyde Park, uno dei parchi più immensi di Londra. In questo parco ci siamo fermati quasi subito per ammirare una splendida pianta di cui vedete le foto. Io mi sono cimentato nel cubo di rubik, con un buon successo. Costo del cubo di rubik a covent garden: 5 £. Abbiamo mangiato in un mcDonald a Leicester Square, dove c’erano tantissime giostrine in mezzo alla strada (c’era pure il calcinculo!).

Poi abbiamo votato per il National Gallery. Purtroppo abbiamo sbagliato museo sulle prime, infatti siamo andati a finire alla National Portrait Gallery dove c’erano i quadri di tutta la famiglia inglese dal 1500 ai giorni nostri. Che palle! tutti quei quadri che ci guardavano dall’alto. Come abbiamo capito che abbiamo sbagliato museo, siamo scappati di corsa al National Gallery, che era l’entrata affianco. Il National Gallery è un MUSEONE con 2000 quadri di ogni genere e razza, anche se si ferma al cubismo – per quello che ho visto io. Siccome i quadri erano tanti e tutti imporanti (nomi come Leonardo da Vinci, Paolo Uccello, Vincent van Gogh, Seurat, Turner, Monet, Botticelli, Constable, Cezanne, Raffaello, Piero della Francesca, Tiziano, Canaletto, Michelangelo, Rubens, Stubbs, Jan van Eyck,Rembrandt, Claude, Velazquez, Vermeer, Ingres, Bellini, Holbein) ci siamo dovuti soffermare solo sui quadri ritenuti più importanti, segnalati da un’apposita guida. Costo totale: 0 £ !!! Eh sì amici miei, a Londra il National Gallery, il National Portrait Gallery, il Tate Modern (che è il museo Moderno)e alcuni altri sono GRATUITI! ed espongono questo ben di Dio al mondo intero. Agli uffizi quanto si prendono? e ai Musei Vaticani? eppure la collezione la ingrandiscono sempre più. Non sembra che soffrano di grande crisi economica. Cmq, sono state le 4 ore in cui mi sono stancato BENE: ho ammirato tutti questi quadri, li ho studiati – per quel poco che capisco, e mi sono letto tutte le info disponibili. Vi consiglio di andarci, perchè è bello vedere tutte quelle opere che altrimenti si vedono solo in tv o sui libri di scuola. E’ anche piacevole! Mi sono ripromesso che la prossima volta che ci vado mi studio con calma un periodo e poi vado lì e mi guardo i quadri. Ad es, la prox volta mi studio con calma dai miei vecchi libri delle superiori il periodo dal 1200 al 1600, e poi visito solo quella area. Siccome ci andrò spesso a Londra, ho l’impressione che diventerò un’esperto d’arte!

Come ultima cosa, siamo andati alla ruota panoramica (la London EYE) con la speranza di farci un giro, ma la folla era kilometrica e quindi costava troppo anche in termini di fila per i nostri poveri piedini. Dunque siamo andati a mangiare e poi all’albergo. Dopodichè, sveglia alle 5 del mattino per ripartire per l’Italia.

Bello no?

Con che coraggio avete letto fin qui?!?!

Baci

Miki

07 Dec

Mi attende un caffè con Alessio

Ciao Ragazzi, ho inserito questo post nella categoria “VIAGGI” perchè tra un po’ vado a prendere un coffee con l’amico mio Alessio, bassista di fama internazionale, ha suonato con tutti i grandi della musica rock e jazz, con il noto complesso islandese Jurkn Furz, poi come session Man per Furkina Baso e Pierangelo Marzabotti, due jazzisti affermati. Ora ha trovato l’ingaggio con Niky Nicolah e vorrebbe portarmi dentro a suonare con lui ma francamente penso che rifiuterò, siccome Nick è un tipo esigente e io vorrei studiare. Invece, c’è sempre tommy riccio che spantechéa per avermi ma non mi avrà!

Per ora sto suonando con l’unico organista che mi piace veramente tanto come suona, si chiama Vincenzo, suoneremo per la seconda volta insieme alla messa di Natale nella basilica di San Matteo a Nocera Inferiore, accorrete numerosi perchè se c’eravate l’anno scorso sapete cosa combineremo………

Ultima cosa…

Domani parto per l’Inghilterra e torno Domenica, nella fattispecie vado a Londra con la mia famiglia + Denise + i fidanzati delle mie sorelle. Sono abbastanza eccitato di portare Denise a vedere Londra, lei non c’è mai stata e non ha neanche idea di quanto è grande: 15 linee della metro, piazze a destra e a sinistra, quartieri che da soli sono grandi quanto tutta Nocera e tutta Cava. Chissà se hanno i quartieri nei quartieri a Londra… e poi, una città che ha ben 4 squadre in premier league… 15 milioni di abitanti….. che putenz!

Siete mai stati a Londra? quale città vi piacerebbe visitare, e con chi? Rispondete numerosi!!!

Categories: personale Tags: ,