Archive

Posts Tagged ‘vesuvio’
01 May

Scampagnando sul cratere del Vesuvio

E’ possibile visitare il cratere del Vesuvio, il bellissimo vulcano che domina il golfo di Napoli.  Il Vesuvio è un vulcano anomalo, nonostante sia un vulcano attivo di tipo esplosivo ed in fase di quiete, presenta meno segni visibili rispetto ad altri vulcani dello  stesso tipo, ossia è praticamente impossibile distinguerlo da una montagna senza gli strumenti tecnologici moderni.
Sicuramente quei poveri Pompeiani nel 79 d.C. non sospettavano nulla, anzi vedere Pompei dalla cima del vulcano fa capire quanto possano arrivare lontano distruzione, cenere e lapilli.
Per arrivare al Vesuvio conviene uscire a Torre del Greco (NA) sull’autostrada A3, poi si troveranno delle semplicissime indicazioni stradali. A circa 1000 mt d’altezza c’è un parcheggio con un  paio di bar e qualche bancarella, pagato il biglietto di 8€ si arriva sul cratere in 20 minuti circa. In un’ora si fa il  giro con la guida (inclusa nel prezzo) che spiega interessanti dettagli, tipo il famigerato “tappo” che blocca l’intestino del nostro amato :)
Per concludere il paesaggio è brullo, le rocce sono rosse e senza vita, e c’è tanta polvere… Ma chi avesse la curiosità di vedere un  gigante (molto irascibile) che dorme, è una gita obbligata. Anzi, mi chiedo come abbia fatto io  ad arrivare a 27 anni senza vederlo ancora. Ma quante cose belle abbiamo in questa martoriata regione?
13 Dec

Monte Cerreto con il CAI di CAVA

Una brevissima descrizione: si parte dal Valico di Chiunzi e si arriva in cima al Monte Cerreto; la passeggiata dura 3,5 ore in salita e 2,5 ore in discesa. Il percorso è di 3,9 km. il dislivello totale è di 600 mt, anche se 300 mt di dislivello si fanno solo alla fine.

Il CAI reputa normalmente questa passeggiata di difficoltà “E”, anche se secondo me è un po’ più difficile di quanto si pensi.

il sentiero è così fatto: per due – tre orette si cammina normalmente ed è anche facile, poi si arriva allo “Scalandrone” che è un pezzo di parete di pochissimi metri d’altezza da scalare con l’aiuto delle mani. Infine, ci sono circa 300 metri dislivello”puri” in cui si sale con una pendenza del 70%.

Il panorama durante il  percorso non  è straordinario ma quando si arriva in cima si vede il golfo di Napoli col Vesuvio da ben 1300 mt d’altezza.

Insomma, una vetta impegnativa da scalare solo con quando si è abbastanza motivati.  L’esperienza non è indispensabile!

Ecco alcune foto del percorso:

[pe2-gallery album="aHR0cDovL3BpY2FzYXdlYi5nb29nbGUuY29tL2RhdGEvZmVlZC9iYXNlL3VzZXIvbWljaGVsZS5uYXN0aS9hbGJ1bWlkLzU1NTAxMDkzMTkwMzU2ODQwNDk/YWx0PXJzcyZhbXA7aGw9ZW5fVVMma2luZD1waG90bw=="]

per il tracciato gps e altri fronzoli basta chiedere :)

P.s. Siete scout? volete organizzare una route in costiera amalfitana? se ne pò parlà! Chiedete nei commenti!