Risparmiare batteria su Android con Llama

Standard

E’ tornato il Galaxy Nexus dall’assistenza! Festeggiamo il lieto evento con una piccola mini-guida sulla configurazione di Llama, un programma che permette di eseguire azioni al verificarsi di alcune condizioni. Questa app l’ho sperimentata su Android 4 e su Android 2.3, quindi suppongo che dovrebbe andare bene ad una lunga lista di telefonini.

Cosa faremo per ottimizzare la batteria del nostro telefono, e per migliorare un po’ l’usabilità del telefono stesso:

  • quando ci troviamo a casa, attiva automaticamente wifi e bluetooth (ho un impianto stereo bluetooth e uso il telefono per ascoltare la musica). Qui l’ottimizzazione della  batteria entra in gioco perchè il wifi consuma molta meno energia del 3G/2G. Ovviamente, uscendo dalla zona Casa, disattiva queste impostazioni. 
  • Se si è fuori casa, dopo 7 minuti che il display è spento, stacca internet 3G/2G. Quando il display si accende, attiva subito internet cellulare. In questo caso stiamo dicendo al telefono che quando non guardiamo il telefono per un lungo periodo di tempo questo deve disconnettersi da internet, per poi riaccendere subito la connessione se lo attiviamo.
  • Piccola chicca finale: se il telefono è in chiamata, attiva il bluetooth, e se non lo è, staccalo se non connesso. Questa regola l’ho impostata perchè ho un vivavoce bluetooth in  macchina e se ricevo una telefonata il vivavoce si collega automaticamente. In questo modo non attivo il bluetooth a mano e non devo disabilitarlo una volta sceso (ci pensa Llama).

Llama nasce come un programma che cambia la suoneria quando ci troviamo a casa o al lavoro, e per capire  dove ci si trova non utilizza il GPS (che consuma tanta batteria) ma controlla a quali antenne telefoniche siamo connessi. Iniziamo proprio da qui: apriamo la scheda “Zone” e teniamo premuto su “casa“, selezionando poi “inizia addestramento zona“. Ovviamente fatelo quando siete a casa, così da poter impostare facilmente tutte le  varie antenne che il telefono contatta quando siete lì.

Adesso spostiamoci in “Eventi”. Per semplicità vi consiglio di eliminare, tenendo sempre premuto, gli eventi che sono già presenti in questa lista. Quando sarete abbastanza bravi, potrete configurarli di nuovo come vorrete voi.

Creiamo il primo evento descritto in precedenza:

  • clicchiamo sul + in basso a destra. Si aprirà la scheda “Llama – nuovo evento”. Selezionate  “Event name and group”. Dategli come  nuovo nome “Entrando a casa” e come gruppo “casa“. Premete sul tasto “Aggiungi condizione”  e selezionate “Entra/In Zona” e selezionate “Casa“. Ora premete “Aggiungi Azione” e selezionate “Wifi” e poi “Wifi attivo (per almeno 5 minuti)“. Premete ancora sul tasto “Aggiungi Azione“, selezionate “Bluetooth” e poi “Bluetooth Attivo (per almeno 5 minuti)“. Fatto :) potete  premere il pulsante indietro.
  • Adesso creiamo l’evento contrario che si attiva quando usciamo dalla zona casa. Creiamo un nuovo  evento cliccando sul + in basso a destra. Diamogli il nome “Uscendo  da casa” e come gruppo “casa“. Premiamo il tasto “Advanced” e selezioniamo “Delay Event“, impostiamo “Delay Minutes” a 10 minuti,  e poi selezioniamo “Cancel delay if false“. Queste ultime impostazioni servono perchè può capitare che il telefono veda per un istante un’antenna che non ha mai visto prima e si disconnetta da tutto, per evitarlo gli diciamo di disconnettersi dopo 10 minuti che non vede più le antenne di casa nostra. A questo punto selezionate “Aggiungi condizione” e selezionate “Esci da zona” e poi “casa“, aggiungete le azioni “Bluetooth” e poi “Bluetooth non attivo (se non collegato)“. Per la wireless, aggiungete l’azione “Wifi” e poi “Wifi non attivo (se non collegato)”.

Fatto! Bel casino eh? Una volta capita la logica di queste azioni, le personalizzerete come meglio credete. Andiamo ad impostare la vera Battery Saver:

  • Creiamo un nuovo evento selezionando il+ in basso a destra. Chiamiamolo “schermo acceso” e scriviamo nel nome del gruppo “display“. Ora Aggiungiamo la condizione “Screen on/off”  e poi “screen on“. Aggiungiamo le azioni  “Dati cellulare” e poi “dati cellulare attivo“.
  • Creiamo l’evento contrario sempre cliccando sul +, chiamiamolo “schermo spento” e scriviamo nel nome gruppo “display“. Aggiungiamo la condizione “screen on/off” e poi “screen off“. Aggiungiamo le azioni “Dati cellulare ” e poi “dati cellulare disattivo“. Ma non è finita qui: clicchiamo su Advanced e selezioniamo “Delay Event“, “Delay minutes” e impostiamolo  a 7 minuti,  e  poi “cancel delayed if false“.

Anche questa è andata! L’ultima regola ora dovreste essere abbastanza bravi da impostarla da sola, anzi vi sfido: chi di voi me la scrive nei commenti?

Saluti a tutti! God save the batteries!

Auto elettrica a energia solare: un’idea

Aside

Ecco a voi un’idea (e si tratta solo di una squallida e semplice idea) su come aiutare la natura, risparmiare soldi, migliorare i trasporti e via di seguito.

Immaginate che un bel giorno venga presentata sul mercato la prima automobile a energia solare: c’è già direte voi, è chiaro che c’è già, il problema è che non se ne vedono per strada :) Perchè sono così rare? Il problema sembra risiedere nel fatto che i pannelli solari non sono molto efficienti, infatti la macchina avrebbe un’autonomia molto limitata e, pur caricando le batterie, poi non riuscirebbe a camminare più di 4-5 ore consecutive a bassa velocità.

Dunque se sto in macchina di sera, oppure di giorno quando è nuvoloso, che succede se finisco l’autonomia? E’ qui che entra in gioco …

il batteraio

Se finisco la benzina nella mia comune automobile a benzina, mi fermo da un benzinaio e faccio il pieno no? Bene, se invece la mia nuova & fiammante automobile a energia solare dovesse raggiungere una carica minima della batteria elettrica, ad esempio di notte, mi potrei fermare presso un “distributore di batterie”, dove un diligente signor Batteraio mi sostituirà la batteria dell’automobile in men che non si dica, diciamo con un sistema brevettabile per permettere il cambio in meno di 30 secondi. La spesa sarà bassa, tipo 1 o 2 € per il cambio. Le batterie vecchie verranno messe a ricaricare dal sig. batteraio, mentre io potrò andare in giro con una batteria piena piena. Alla faccia del sole :)

Valutazioni

Il batteraio entrerebbe in concorrenza con il benzinaio, ma creerebbe comunque dei posti di lavoro. Se lo stato finanziasse un progetto del genere, l’automobile col pannello solare, oltre che ad essere esteticamente simpatica, sarebbe anche un successo commerciale: venduta ad un prezzo più basso, fornirà anche prestazioni peggiori ma rispetterà l’ambiente etc etc etc.

I problemi, anzi gli ostacoli, sono per il momento due: il primo riguarda la capacità delle batterie, perchè per avere grande autonomia bisogna avere batterie molto grandi e ingombranti; il secondo riguarda la generazione della corrente elettrica per ricaricarle, perchè in qualche modo bisognerà pur produrre la corrente in questione… se si usasse il petrolio, si perderebbero tutti i vantaggi! bisogna vedere se effettivamente conviene.

Optional

Si può installare una simpatica pala eolica sul tettuccio per guadagnare anche energia eolica in quelle situazioni, ad esempio di notte, in cui non c’è luce ma tira vento :)

E voi cosa ne pensate? avete già acquistato il terreno per fare i batterai, vero? Ora vi lascio, vado a prendermi la mia nuova auto-con-pannello-solare … ciao!