Archive

Posts Tagged ‘passeggiata’
30 Nov

con il CAI di Cava sugli Alburni

Dopo  essere andato a Cappella Vecchia, domenica scorsa sono stato con il CAI di Cava de’ Tirreni a fare una passeggiata sugli Alburni. In particolare abbiamo visitato il monte Antece (o Antecce) a Sant’Angelo a Fasanella (SA), non vi dico quanto tempo c’è voluto per arrivarci!

Alla fine siamo  arrivati sul posto e abbiamo trovato tanto fango. Le montagne del posto sono fatte di terra argillosa e, data la pioggia dei giorni scorsi, l’acqua scorreva a rivoli sulla terra creando ampie zone di fango.

Su Picasa ho caricato le foto dell’escursione, ecco a voi lo slideshow:

Visto che su Picasa ho solo 1GB di spazio, può darsi che in futuro cancelli queste foto. Le potete trovare a quest’altro link (che spero non cancellerò mai).

Se vedete una figura intagliata nella roccia, quello è il Guerriero detto Antece (che significa probabilmente “antico”), scultura del 5° – 4° secolo prima di Cristo. Seguite il link per conoscere qualche informazione in più; anche se la mia personale sensazione è che si stia davvero trascurando un reperto storico del genere, come se non fosse stato studiato abbastanza. Attendiamoci a breve la stessa sorte della casa dei gladiatori di Pompei.

Per finire, eccovi il tracciato gps, casomai voleste ripeterlo da soli.

Salutissimi :)

08 Nov

Alla scoperta delle montagne con il CAI di Cava de’ Tirreni

Domenica scorsa ho deciso di chiamare il CAI (Club Alpino Italiano) di Cava De’ Tirreni e di farmi una bella passeggiata insieme a loro.

Il percorso designato era a Cava De’ Tirreni partendo dalla Badia, una splendida basilica incastonata in una valle. Questa chiesa custodisce i segreti e gli atti notarili di tutta la cristianità della zona, compreso il luogo in cui vivo, dall’anno 1000 in poi.

Tornando a noi, il percorso era di partire dalla Badia per arrivare alla “cappella vecchia”, un piccolo spazio piano in cui è presente una cappellina molto piccola (ci entrano sei persone sedute). Il panorama da quel punto in poi è MOZZAFIATO, dato che si staglia sotto di noi la costiera amalfitana con i paesini di Albori, Erchie e Maiori, ma se soffia un buon venticello si riesce a vedere fino a Capri.

Purtroppo il giorno che sono andato io il tempo minacciava un po’, e infatti quando siamo arrivati nel punto più alto s’è alzata una nebbia spettrale che ci ha tolto il panorama (ma ci ha regalato un’ambientazione da horror).

Per i patiti della tecnologia, ecco a voi il percorso tracciato con il GPS (caricandolo nel vostro dispositivo dovreste essere in grado di percorrerlo … spero!):