Archive

Posts Tagged ‘foto’
12 Apr

Foto di famiglia

Categories: nda' micizia Tags:
29 Dec

Dove ho scattato quella foto? Guida alle fotocamere col GPS

Da qualche tempo pensavo di regalarmi una macchina fotografica nuova, magari una col GPS. Perché? Perché sono spesso in giro per montagne, città nuove, viaggi incredibili etc. e molto spesso accade di dimenticare qual è stato il luogo esatto in cui una foto è stata scattata. Per fare un esempio, Google Picasa già permette di vedere e organizzare le proprie foto anche in un contesto spaziale, quindi se la vostra macchinetta ha il GPS integrato (il mio Blackberry Storm2 lo fa, ma anche l’iPhone credo) vedrete in questo programma il luogo esatto della foto.

E allora diamo uno sguardo alle macchine digitali che si trovano più facilmente con Google. Spesso i siti omettono i prezzi o altre informazioni interessanti. Linkerò tutte le info più importanti, ma per chi legge quest’articolo bisogna tenere a mente che il mercato evolve velocemente, e tra sei mesi quest’articolo sarà inesorabilmente VECCHIO. Dunque, se avete osservazioni, fatele nei commenti. Ovviamente, hanno tutte il GPS.

Iniziamo con la Nikon P6000. Dal negozio in cui l’ho linkata costa 341 €. Esteticamente un pò brutta, 13 Mpix, Zoom 4x, possibilità di collegare flash esterni.Ha addirittura la scheda di rete LAN per inviare le foto on line.

La Samsung ST1000 la trovate a 169 €. Il prezzo è davvero competitivo, quindi guardiamo le altre caratteristiche: ha il wi-fi, il bluetooth, video HD, display touch.

Passiamo alla Panasonic DMC-TZ10. Il prezzo più basso trovato in rete è di 259 €, ha un sensore di 12,1 MPix, uno zoom ottico di 12X e la possibilità di creare filmati HD.

Uno sguardo alla Leica V-Lux 20, solo per dire che è la gemella della Panasonic DMC-TZ10. E’ la stessa macchina, cambia solo il logo. I dettagli sono su dPhoto.

In casa Sony abbiamo una pronta risposta con la Sony HX5, a 239,90 €. In dettaglio abbiamo 10 Mpix, zoom 10X, e oltre al GPS c’è anche la bussola, per non sapere solo il luogo dello scatto ma anche l’orientamento. Ci accontentavamo del GPS :)

Canon: non pervenuta. Non sembrano esserci macchine compatte con GPS integrato.

Di sotto troverete le foto delle varie macchine fotografiche. Un saluto e buone foto!

[pe2-gallery album="aHR0cDovL3BpY2FzYXdlYi5nb29nbGUuY29tL2RhdGEvZmVlZC9iYXNlL3VzZXIvbWljaGVsZS5uYXN0aS9hbGJ1bWlkLzU1NTYwOTM3NTY5NDY5MjI1OTM/YWx0PXJzcyZhbXA7aGw9ZW5fVVMma2luZD1waG90bw=="]

13 Dec

Monte Cerreto con il CAI di CAVA

Una brevissima descrizione: si parte dal Valico di Chiunzi e si arriva in cima al Monte Cerreto; la passeggiata dura 3,5 ore in salita e 2,5 ore in discesa. Il percorso è di 3,9 km. il dislivello totale è di 600 mt, anche se 300 mt di dislivello si fanno solo alla fine.

Il CAI reputa normalmente questa passeggiata di difficoltà “E”, anche se secondo me è un po’ più difficile di quanto si pensi.

il sentiero è così fatto: per due – tre orette si cammina normalmente ed è anche facile, poi si arriva allo “Scalandrone” che è un pezzo di parete di pochissimi metri d’altezza da scalare con l’aiuto delle mani. Infine, ci sono circa 300 metri dislivello”puri” in cui si sale con una pendenza del 70%.

Il panorama durante il  percorso non  è straordinario ma quando si arriva in cima si vede il golfo di Napoli col Vesuvio da ben 1300 mt d’altezza.

Insomma, una vetta impegnativa da scalare solo con quando si è abbastanza motivati.  L’esperienza non è indispensabile!

Ecco alcune foto del percorso:

[pe2-gallery album="aHR0cDovL3BpY2FzYXdlYi5nb29nbGUuY29tL2RhdGEvZmVlZC9iYXNlL3VzZXIvbWljaGVsZS5uYXN0aS9hbGJ1bWlkLzU1NTAxMDkzMTkwMzU2ODQwNDk/YWx0PXJzcyZhbXA7aGw9ZW5fVVMma2luZD1waG90bw=="]

per il tracciato gps e altri fronzoli basta chiedere :)

P.s. Siete scout? volete organizzare una route in costiera amalfitana? se ne pò parlà! Chiedete nei commenti!

08 Nov

Alla scoperta delle montagne con il CAI di Cava de’ Tirreni

Domenica scorsa ho deciso di chiamare il CAI (Club Alpino Italiano) di Cava De’ Tirreni e di farmi una bella passeggiata insieme a loro.

Il percorso designato era a Cava De’ Tirreni partendo dalla Badia, una splendida basilica incastonata in una valle. Questa chiesa custodisce i segreti e gli atti notarili di tutta la cristianità della zona, compreso il luogo in cui vivo, dall’anno 1000 in poi.

Tornando a noi, il percorso era di partire dalla Badia per arrivare alla “cappella vecchia”, un piccolo spazio piano in cui è presente una cappellina molto piccola (ci entrano sei persone sedute). Il panorama da quel punto in poi è MOZZAFIATO, dato che si staglia sotto di noi la costiera amalfitana con i paesini di Albori, Erchie e Maiori, ma se soffia un buon venticello si riesce a vedere fino a Capri.

Purtroppo il giorno che sono andato io il tempo minacciava un po’, e infatti quando siamo arrivati nel punto più alto s’è alzata una nebbia spettrale che ci ha tolto il panorama (ma ci ha regalato un’ambientazione da horror).

Per i patiti della tecnologia, ecco a voi il percorso tracciato con il GPS (caricandolo nel vostro dispositivo dovreste essere in grado di percorrerlo … spero!):

16 Feb

caffè brasiliano HOWTO: la famigerata ricetta

Quanti di voi si sono chiesti come si fa il caffè brasiliano? Cos’ha di differente con il nostro? Per capirlo, meglio vedere come viene fatto. Quindi ho preparato delle foto con tutte le fasi del caffè. Ringrazio la signora Marlene per la pazienza e per avermi spiegato tutte le fasi!

Ingredienti:

  • mezzo litro d’acqua
  • 4 cucchiai di caffè IGUAÇU
  • un bollitore, un recipiente, un filtro per caffè monouso, un supporto per filtro.

Vediamo nel dettaglio i prossimi passaggi. Read more…

27 Dec

Come attaccate le foto al muro?

Egregi lettori tutti,

scriviamo in questo spazio telematico un problema classico della vita quotidiana, usufruendo di mezzi scientifici e complicati per tentare di giungere alla soluzione più semplice possibile.

Ho stampato le foto della mia festa di laurea grazie alla mia bellissima nuovissima stampante Sony DPP-FP50. Ne ho altre mille da stampare, compreso Sevilla 2 e scout varie. Il problema è che una foto stampata non serve a nulla se non è ben azzeccata al muro! Prima di partire per la Spagna, avevo un miliardo di foto (chi se le ricorda? solo i più veterani delle mie amicizie..). Le attaccai brutalmente con nastro biadesivo, o nella migliore delle ipotesi con blutac. Risultato?

  • muro scrostrato
  • le foto hanno la colla dietro, che le rende appiccicose
  • incautamente – bisogna sbagliare per imparare! – ho messo le foto una sopra l’altra, e il risultato è che si sono incollate tra di loro.. staccandole, rovino la foto.

Quindi sto cercando una maniera intelligente, economica che non rovini le foto una volta messe al muro.

Queste sono le opzioni che ho considerato:

  1. bacheca con vetro avanti.  Metto tutte le foto in una di quelle cornici col vetro (o plastica). Siccome non le incollo alla base di legno, il risultato è che una volta messa a muro le foto se ne cadono. Ovviamente voglio evitare di incollare o usare lo scotch etc etc. idee?
  2. incorniciare le foto più belle singolarmente e appendere quelle. Ovviamente è la soluzione più costosa. Ma dopo avrò un muro pieno di chiodi. Non lo considero un problema (a lungo termine lo è !), ma vorrei evitare di mettere chiodi ovunque: sono pigro.
  3. Costruire qualcosa con le mie mani. Non mi viene in mente l’ideona, non vedo il progetto nella mia mente, non focalizzo il punto.. non so.
  4. comprare qualcosa di già fatto apposta: in genere è una soluzione sconveniente, perchè non so mai se si adatta bene a me, dato che ho foto in più dimensioni (10 x 15, 11 x 15, etc)e più volte sono rimasto fregato comprando qualcosa in cui non potessi metterci le foto dentro.

Mi piacerebbe sapere come avete fatto voi, quante foto azzeccate al muro… se siete degli incalliti del ricordo da tenere sempre vivo nella memoria, avrete sicuramente avuto il mio stesso problema. Sbizzarritevi con le risposte… pensate che può essere utile anche a chi verrà dopo di voi.

gracias per la disponibilità!

p.s. domani vado al campo invernale! finalmente un po’ di bordello con il mio amatissimo reparto.

29 Oct

VIA!

….continua dal post precedente :p

Si parte! Ecco il momento della valigia, poi il momento dell’aereoporto, poi il momento della nottata, poi arrivano gli altri, poi si prende un’aereo con gli occhi sfatti dal sonno, poi si arriva a Sevilla e si spera di riuscire a ricordarsi mezza parola… ma sì…

Ecco, finalmente rifarò le foto che l’anno scorso non sono riuscito a fare.

Finalmente posso togliermi lo sfizio di comprare alcune cose che ho visto lì e non ho mai più visto in giro; me le segno qui: freccette, cubo di rubik, nakkere, e qualcuno, non riesco a ricordare chi, mi ha chiesto le calamite per il frigo.

Qualcun’altro mi ha chiesto la cartolina (pregasi commentare il post precedente)

Se ci riesco, vi faccio vedere la foto più bella, ogni giorno.. (non dovrei avere manco il pc…)

15 Sep

tunis air

un po’ di foto della tunisia non fanno mai male a nessuno!!!
[attenzione: durante l'importazione si sono perse le foto. pazienza.]
Categories: personale Tags: , ,