“ormai sono 8 anni che vivo sotto scorta”

Aside

“Ormai sono otto anni che vivo sotto scorta, e da quando vivo così mi sento finalmente libero“.

Lo diceva un imprenditore calabrese, ieri, a Presa Diretta su Rai 3. Questo imprenditore ha denunciato la ‘Ndrangheta per usura e da quel momento è costretto a vivere sotto scorta con i suoi figli e sua moglie. Paradossalmente, nessuno più gli ha testimoniato solidarietà: nessuno è mai andato a trovarlo  da quando vive come un recluso. L’intervistatore incalza: “possibile che nè un sindaco, un consigliere, un medico, un farmacista, un prete, nessuno sia mai venuto a trovarla?” “no, nessuno, neanche un parente. E se io andassi in paese per prendermi un gelato metterei in imbarazzo parecchie persone che non saprebbero come salutarmi”. Credevo che la ‘Ndrangheta fosse cosa da poco e invece ieri ho capito che stiamo parlando di un gruppo ben radicato che può permettersi di ordinare 750 kg di cocaina e di pagarla dopo, tanto è forte il legame affaristico col sud America. E nella ‘ndrangheta ci sono qualcosa come 10.000 persone coinvolte. Impressionante. Andate sul sito di Presa Diretta, che trovate linkato sopra, e guardatevi il filmato. I primi 20-30 minuti vi faranno già capire di quanti soldi sono in mano a pochi ricchi che sfruttano la miseria degli altri.