Studio tanto e suono poco

stamattina sono andato all’università col solido ritardo. SI GELAVA, a Lancusi non accendono i termosifoni e mi sono ghiacciato. Ho 6 esami in un semestre e come ho già detto parecchie volte, sarei contento di passarne almeno 4. Ma soprattutto ho scoperto di avere un esame sballato sul piano di studi, e ora devo aspettare Ottobre per sistemare questo grande problema (nel frattempo non posso convalidare l’esame, qualora lo superassi).

[ad]

Stasera ho chiamato un amico che ultimamente ha solo voglia di suonare. Ci siamo visti e abbiamo provato qualche canzone: Is this love, che nelle versioni di Bob Marley è troppo ben arrangiata per essere rifatta da un semplice basso e una chitarra; A testa in giù di Pino Daniele (hey! domani c’è il concerto gratuito in piazza a Pagani! Io ci andrò) che è venuta discretamente bene; Roxanne dei Police che per me è una bestia nera, per quanto è difficile. Forse eravamo pretenziosi noi che speravamo di suonare tali grandi classici in modi eccelsi essendo muniti solo di chitarra e basso. E io poi speravo di cantare… non capisco perchè non riesco a imporre la mia voce a nessuno. Io mi sento intonato se canto alcune canzoni che conosco a menadito; per altre credo che sia questione di studio. Alcuni dicono che ho le timbriche troppo “angeliche” e non potrò mai fare la storia del rock.. Uffa però, sarò sempre vincolato a trovare qualcuno che canta al posto mio. (Vi annuncio che per il ruolo di cantante abbiamo già 2-3 nomi.. valuteremo attentamente).

Detto questo, vi ringrazio e vi saluto: domani mi devo svegliare presto che ho da studiare, per non parlare della Befana che arriva in paese e mi vedrà impegnato ai mixer della piazza per far cantare un coro di bimbi. Yeee.  -.-‘