Archive

Posts Tagged ‘android’
06 May

Risparmiare batteria su Android con Llama

E’ tornato il Galaxy Nexus dall’assistenza! Festeggiamo il lieto evento con una piccola mini-guida sulla configurazione di Llama, un programma che permette di eseguire azioni al verificarsi di alcune condizioni. Questa app l’ho sperimentata su Android 4 e su Android 2.3, quindi suppongo che dovrebbe andare bene ad una lunga lista di telefonini.

Cosa faremo per ottimizzare la batteria del nostro telefono, e per migliorare un po’ l’usabilità del telefono stesso:

  • quando ci troviamo a casa, attiva automaticamente wifi e bluetooth (ho un impianto stereo bluetooth e uso il telefono per ascoltare la musica). Qui l’ottimizzazione della  batteria entra in gioco perchè il wifi consuma molta meno energia del 3G/2G. Ovviamente, uscendo dalla zona Casa, disattiva queste impostazioni. 
  • Se si è fuori casa, dopo 7 minuti che il display è spento, stacca internet 3G/2G. Quando il display si accende, attiva subito internet cellulare. In questo caso stiamo dicendo al telefono che quando non guardiamo il telefono per un lungo periodo di tempo questo deve disconnettersi da internet, per poi riaccendere subito la connessione se lo attiviamo.
  • Piccola chicca finale: se il telefono è in chiamata, attiva il bluetooth, e se non lo è, staccalo se non connesso. Questa regola l’ho impostata perchè ho un vivavoce bluetooth in  macchina e se ricevo una telefonata il vivavoce si collega automaticamente. In questo modo non attivo il bluetooth a mano e non devo disabilitarlo una volta sceso (ci pensa Llama).

Llama nasce come un programma che cambia la suoneria quando ci troviamo a casa o al lavoro, e per capire  dove ci si trova non utilizza il GPS (che consuma tanta batteria) ma controlla a quali antenne telefoniche siamo connessi. Iniziamo proprio da qui: apriamo la scheda “Zone” e teniamo premuto su “casa“, selezionando poi “inizia addestramento zona“. Ovviamente fatelo quando siete a casa, così da poter impostare facilmente tutte le  varie antenne che il telefono contatta quando siete lì.

Adesso spostiamoci in “Eventi”. Per semplicità vi consiglio di eliminare, tenendo sempre premuto, gli eventi che sono già presenti in questa lista. Quando sarete abbastanza bravi, potrete configurarli di nuovo come vorrete voi.

Creiamo il primo evento descritto in precedenza:

  • clicchiamo sul + in basso a destra. Si aprirà la scheda “Llama – nuovo evento”. Selezionate  ”Event name and group”. Dategli come  nuovo nome “Entrando a casa” e come gruppo “casa“. Premete sul tasto “Aggiungi condizione”  e selezionate “Entra/In Zona” e selezionate “Casa“. Ora premete “Aggiungi Azione” e selezionate “Wifi” e poi “Wifi attivo (per almeno 5 minuti)“. Premete ancora sul tasto “Aggiungi Azione“, selezionate “Bluetooth” e poi “Bluetooth Attivo (per almeno 5 minuti)“. Fatto :) potete  premere il pulsante indietro.
  • Adesso creiamo l’evento contrario che si attiva quando usciamo dalla zona casa. Creiamo un nuovo  evento cliccando sul + in basso a destra. Diamogli il nome “Uscendo  da casa” e come gruppo “casa“. Premiamo il tasto “Advanced” e selezioniamo “Delay Event“, impostiamo “Delay Minutes” a 10 minuti,  e poi selezioniamo “Cancel delay if false“. Queste ultime impostazioni servono perchè può capitare che il telefono veda per un istante un’antenna che non ha mai visto prima e si disconnetta da tutto, per evitarlo gli diciamo di disconnettersi dopo 10 minuti che non vede più le antenne di casa nostra. A questo punto selezionate “Aggiungi condizione” e selezionate “Esci da zona” e poi “casa“, aggiungete le azioni “Bluetooth” e poi “Bluetooth non attivo (se non collegato)“. Per la wireless, aggiungete l’azione “Wifi” e poi “Wifi non attivo (se non collegato)”.

Fatto! Bel casino eh? Una volta capita la logica di queste azioni, le personalizzerete come meglio credete. Andiamo ad impostare la vera Battery Saver:

  • Creiamo un nuovo evento selezionando il+ in basso a destra. Chiamiamolo “schermo acceso” e scriviamo nel nome del gruppo “display“. Ora Aggiungiamo la condizione “Screen on/off”  e poi “screen on“. Aggiungiamo le azioni  ”Dati cellulare” e poi “dati cellulare attivo“.
  • Creiamo l’evento contrario sempre cliccando sul +, chiamiamolo “schermo spento” e scriviamo nel nome gruppo “display“. Aggiungiamo la condizione “screen on/off” e poi “screen off“. Aggiungiamo le azioni “Dati cellulare ” e poi “dati cellulare disattivo“. Ma non è finita qui: clicchiamo su Advanced e selezioniamo “Delay Event“, “Delay minutes” e impostiamolo  a 7 minuti,  e  poi “cancel delayed if false“.

Anche questa è andata! L’ultima regola ora dovreste essere abbastanza bravi da impostarla da sola, anzi vi sfido: chi di voi me la scrive nei commenti?

Saluti a tutti! God save the batteries!

28 Mar

Samsung Galaxy Nexus: spegnimento dopo lo standby

Da  quando ho comprato il Samsung Galaxy Nexus non ho avuto nessun rimpianto. Un telefono che vale i soldi spesi, che spesso ha sostituito il computer per le operazioni più complesse, che mi ha fatto vedere film, siti, mi ha fatto chattare con amici e fidanzata, e col quale sto imparando i rudimenti della programmazione Android.

2-3 giorni fa, tuttavia, ho collegato il telefono a una presa usb difettosa che avevo in macchina. La mia intenzione era quella di ricaricare il telefono che era a batteria 0, ma non ci sono riuscito e quando sono tornato a casa l’ho immediatamente collegato ad un caricabatterie di casa.

Sicuro di averlo acceso, mi sono messo a lavorare al pc come al solito. Dopo un paio d’ore mi telefona la mia ragazza a casa dicendo che sono irragiungibile: vado a controllare ed in effetti il telefono era spento. Lo riaccendo, faccio un po’ di prove, e scopro questo orribile difetto.

Il telefono in pratica si spegne (o blocca) quando va in stand-by, ossia quando il display si oscura. La cosa tuttavia non accade sempre, ossia il display deve essere spento un minuto prima che il telefono si blocchi. Ovviamente l’unica cosa che è possibile fare è di premere a fondo il pulsante di accensione, e questo attiva la procedura di accensione normale.

Una soluzione a questo problema non ce l’ho. Ho impostato la luminosità del display a 10 minuti (il massimo) per non perdermi i messaggi. Periodicamente riaccendo il telefono per controllare di non aver perso chiamate o messaggi.

Per ora sospetto che sia la batteria, infatti domani andrò in giro a vedere se qualche negoziante mi fa fare un test con un’altra batteria di riserva che nel caso la ricompro. So che mi spetterebbe di diritto la sostituzione, ma  inviarla al centro di assistenza mi costerebbe uguale (stando ai prezzi di ebay).

Altri effetti collaterali notati:

  • Premere contemporaneamente Vol+, Vol- e Power mi dovrebbe portare nel menù per scegliere se ripristinare le impostazioni originali del telefono. A me invece quella schermata compare solo finchè ho almeno un tasto premuto, non appena le lascio uno la schermata scompare e il telefono si spegne, rendendomi impossibile accedere ai sottomenù.
  • Il caricamento del telefono via USB sembra bloccare il telefono, infatti quando lo ricarico non riesco ad  accenderlo nè vedo l’immagine del caricamento in corso.
  • Nel menù Impostazioni – Batteria, anche se la batteria è al 90 %, il sistema dice “quasi scarica”.

Oggi, per un paio d’ore, il telefono sembrava funzionare correttamente quando ho impostato il face unlock come modalità di sblocco. Dopo un po’ questo escamotage non ha funzionato più.

Ne sapete qualcosa? Idee? Cosa mi conviene fare? In giro ho letto di tutto, compreso persone che hanno problemi lievemente diversi dal mio. In particolare vorrei sapere se fosse possibile resettare la batteria in qualche modo…

08 Jun

con Prey ritrovi il tuo pc (o smartphone) rubato

PreyProject.com, sito antifurtoPanico!

vi hanno rubato il pc?

Purtroppo non c’è niente da fare, andate a comprarne uno nuovo.

Ma spesso un pc rubato non è tanto grave quanto la perdita di tutti i dati, a cui non avete mai fatto un backup … Peggio ancora, tutti i dati sono nelle mani di un malvivente che potrebbe usarli contro di voi, per ricattarvi o per fare delle frodi a vostro nome!

Per fortuna potete limitare i danni installando un software e registrandovi a Prey.

Prey funziona per Windows, Mac, Linux (quindi anche il mio pc con Ubuntu è protetto!), Android.. Purtroppo per l’iphone ci stanno ancora lavorando.

Come funziona?

Innanzitutto registratevi al sito che vi ho linkato sopra, dopodichè il modo più veloce per installare prey su un nuovo dispositivo è quello di andare nella sezione Downloads, e di scaricare il programma per il vostro sistema operativo. Una volta installato basterà configurarlo con il vostro nome utente e password, e sul sito internet vedrete subito che i vostri dispositivi sono tracciati!

Cosa possiamo fare con Prey?

Per i pc, possiamo:

  • farci dare le coordinate gps del dispositivo, acquisibili attraverso la rete (spesso i pc non hanno un gps come i telefonini, quindi non saranno coordinate attendibili, cmq sono un buon inizio).
  • ottenere screenshot del computer (vedere cosa sta facendo il ladro con il nostro pc)
  • scattare foto con la webcam del pc (utilissimo per identificare il ladro)
  • inviare un messaggio di allarme o far riprodurre un suono per 30 secondi (utile se non trovate il pc in stanza, o per far spaventare  il ladro)
  • cancellare tutti i dati del vostro pc (attenzione! è una mossa estrema, fatela solo se avete un backup).

Ricordate, in ogni caso bisogna affidare queste informazioni alle autorità e non andare da soli a casa del ladro, rischiate di non tornare più.

Per i telefoni:

  • attivare e disattivare prey via sms
  • ottenere le coordinate gps
  • disconnetterlo e connetterlo dalla rete
  • far suonare un allarme
  • inviare un messaggio al telefono
  • bloccarlo chiedendo una password di sblocco

Direi che le funzionalità sono abbastanza curiose! ovviamente io ho fatto una prova, ho provato a far suonare un allarme sul mio pc e a bloccare il mio telefonino, e ovviamente funziona.

E se il ladro formatta?

Almeno non potrà utilizzare i vostri dati personali, come carte di credito, password di siti internet, etc. Dunque almeno vi siete protetti dalle frodi. Ricordate, fate un backup dei vostri dati personali! e fatelo giornaliero, se i dati sono importanti.

Eccovi un semplice trucco per non far formattare il pc al ladro:

  1. impostate una password per l’accesso al BIOS.
  2. vietate il BOOT del sistema da CD-ROM, USB e similari… fate in modo che il sistema operativo possa avviarsi solo dal disco fisso.

Siccome queste impostazioni cambiano da computer a computer, se ti sembrano operazioni troppo complesse, chiedi a un tuo amico smanettone di farlo per te: per lui saranno ovvietà.