Uscire da Java

No, non sto pianificando di scappare da un’isola indonesiana ma da un linguaggio di programmazione. Java è facile da imparare, almeno così è stato per me rispetto al C, e su Java ho fondato il 99% di quel che so ora, compreso una buona carriera universitaria.

Ma quando parte un nuovo progetto, una startup, un qualcosa di innovativo, quasi mai si sceglie Java come linguaggio / piattaforma. Ci sono centinaia di concorrenti, tra i blasonati Python e Php lato server, passando per gli innovativi Scala, Ruby on Rails, Groovy, e poi per le tecnolgie lato client potremmo scrivere un’elenco sterminato tra html, css, javascript, jquery, e i vari framework a contorno. E poi ci sono i dispositivi mobile. Quante vite servono per imparare tutte queste cose?!

Qualcuno sarà tentato di dire “ma in base a quello che ti serve usi il linguaggio adeguato”, si però se uno conosce bene solo Java, userà Java. Quello che vorrei fare io invece è approcciare qualcos’altro, perchè mi sono un po’ stufato. Sto valutando l’idea di realizzare qualche altro progetto in qualche altra cosa. Ma quando lo trovo il tempo?

Rispondi