Unicredit, la banca più giovane che c’è

Questo post è stato sponsorizzato ma mantengo la mia libertà di opinione.

———————————————-

Quando si parla di banche si pensa a due cose:

  • soldi
  • posto in cui si trovano persone “incravattate” che rappresentano metaforicamente La Noia e La Vecchiaia.

Unicredit si sta adoperando in ogni modo per cambiare radicalmente il concetto di banca. Una banca non dovrebbe essere solo il luogo in cui depositare soldi (per chi ce li ha) o per prelavarli (con o senza mano armata), nè il solito posto in cui chiedere mutui. Inoltre, la nostra vita si è spostata su internet ( = su facebook), ed è lì che la gente passa il 90% del proprio tempo libero, anche per scoprire eventuali informazioni finanziarie. Io stesso ho passato una grande parte del mio tempo libero a cercare un conto bancario migliore per diminuire le spese.

La prima cosa che ho quindi scoperto è che Unicredit ha una pagina facebook bellissima, piena di suggerimenti utili su arte, tempo libero e sport, insomma non promuovono solo conti correnti e carte di credito, ma sponsorizzano realmente iniziative bellissime e anche non correlate con unicredit. Dategli uno sguardo.

Ma alcune iniziative legate direttamente a UniCredit sono comunque una gran figata. Nel mese di ottobre si parla di due cose che sono davvero simpatiche:  il tour della champions league Trophy Tour e il concorso artistico Contemporary Times.

Il Trophy Tour è, per farla breve, il tour della Champions League (Si! La vera e propria Coppa dei Campioni in giro per le principali città italiane!). In questi giorni è stata a Napoli, sfortuna mia che non l’ho saputo per tempo (e inoltre a lavoro ho fatto straordinari anche di sabato), perchè chi ama il calcio sa quanto è importante la coppa per la squadra, i tifosi e l’orgoglio. Nei prossimi giorni sarà a Roma: se potete, andate.

Un’altra iniziativa che secondo me merita di essere lodata è Contemporary Times, una concorso artistico basato sulla street art per raccontare la contemporaneità. Riprendendo i disegni dei writer nella metro di New York negli anni ’80, forma d’arte nata come risposta alla repressione sociale  per l’arte incelophanata dei galleristi, Unicredit ha chiesto agli artisti che volevano mettersi in gioco di dipingere una fiancata di metrò interpretando il tema del Tempo. Al vincitore (già proclamato, Thomas Berra) verrà organizzata una mostra personale a Milano, che sarà sicuramente interessante. Anche a tre fortunati utenti che hanno votato on line le loro opere sarà regalato un viaggio-premio in hotel extralusso per visitare la mostra il giorno dell’inaugurazione. Very good!

Continuiamo a tenere d’occhio la pagina di UniCredit, non si sa mai che arriva l’idea per un weekend fuori dalle righe: una mostra, un evento sportivo, sarà di sicuro più piacevole vederlo dal vivo che alla tv..

Rispondi