I Social poco Social e la gente che non sa usarli

Se un visitatore nel tempo di 10 anni fa venisse a trovarci e ci chiedesse cos’é facebook cosa risponderemmo? Tutti almeno una volta nella vita abbiamo dato, come prima risposta, “una gran perdita di tempo”, e come seconda risposta “un modo per farsi i fatti degli altri”.

Ormai facebook é un fenomeno planetario ed é riuscito a far avvicinare al PC persone che non avrebbero mai immaginato di farlo, sia perché non ne avevano le competenze, sia perché non ne avevano l’esigenza. Neanche google é riuscita a fare tanto; questo successo é paragonabile a quello di Windows 95.

Quei 900 milioni di persone che si connettono mensilmente potrebbero fornire una super conoscenza collettiva capace di risolvere qualsiasi problema dell’intelletto umano, e invece non é così. Vedo 2-3 comportamenti sui Social network che non sopporto e mi fanno chiedere se ha senso continuare a perderci tempo. Esempi:

– Avete mai provato a chiedere ai vostri amici su facebook una domanda utile, ad esempio una buona pizzeria? Questa é una di quelle domande a cui tutti possono contribuire con risposte semplici e chiare, magari anche innescando un dibattito, e invece il 99% della gente non risponde (presa a fare cosa?) E quell’1% scrive stronzate.

– vedo adulti che passano il tempo a condividere fotografie da ragazzini con aforismi sull’amore, gente che probabilmente non si é mai chiesta se facebook potesse essere anche altro (che so, un posto in cui fare soldi aguzzando l’ingegno…).

– twitter ormai non lo uso da mesi (a parte quello che le mie app condividono senza chiedere) perché ho la sensazione di non riuscire a intavolare mai un discorso costruttivo. A me sembra che lì ci sia la rincorsa verso la battuta più smart, verso il retweet, insomma un discorso 1-a-Molti di cui i Molti non sentivano l’esigenza. Ok, diciamocelo, un Social network di onanisti.

– foursquare in Italia viene proprio snobbato ed é un peccato, perché é quello che ha più possibilità lavorative o comunque remunerative con zero euro di spesa. Sono stati loro a inventare il checkin, e google e facebook non l’hanno mai eguagliato. Ma in Italia nessuno ha capito come usarlo ed é un peccato, penso in particolare a quella massa popolazione che ha un negozio e vorrebbe sponsorizzarla gratis, senza spese. Su questo scriverò altre due righe in futuro.

– LinkedIn, Social network per trovare lavoro, funziona davvero. Eppure ancora molta gente non lo usa o non aggiorna il profilo perché non ha capito come si usa. E poi si lamenta che sta senza lavoro! Sapevate che di tutti i Social quotati in borsa é l’unico in attivo? Genera utili (tanti) e ha una sua utilità (gioco di parole). Ma se non aggiornate il profilo, le aziende non vi cercheranno mai. Fatelo!

Morale della favola? Più che Social é cazzegging, più che stimolo per nuova conoscenza é assopimento, più che originalità é conformismo. Eppure con i Social si può guadagnare. Come? Google é vostro amico ed é a un passo da questo sito…