Ecco il documento preliminare della provincia

Potete scaricare a questo link il documento propedeutico della provincia: documento discarica csg – relazione_siti.

Chi gestisce Il Particolare Nascosto è un cittadino comune che, anzi, teme pure di stare combinando una cazzata pubblicando e diffondendo queste notizie. Poi penso che abito proprio a 200 metri da lì e mi faccio coraggio. Sono una persona moderata, non istigo alla violenza e chiedo trasparenza e legalità. Queste cose mi fanno avere una coscienza pulita su quel che scriverò. Chi vorrà rispondere ha più di un mezzo per contattarmi: facebook, twitter, il blog, etc.

Il documento è lunghetto (35 pagine) e contiene una lunga serie di informazioni: chi la legge tutta potrà scoprire il modo in cui si valutano i siti per le discariche da parte della provincia, oltre a tanti altri riferimenti normativi.

Di seguito vi copio il testo che riguarda le due discariche di Nocera Inferiore e Castel San Giorgio.

Nocera Inferiore – località Codola

Il sito corrisponde ad una cava dismessa ubicata nella zona nord-est del Comune di Nocera Inferiore, in località Codola. L’area risulta prossima dall’uscita dell’autostrada A30 Caserta – Roma, che garantisce una facile accessibilità.
La cava, in un’area ad elevata densità di popolazione, ha nuclei abitativi più vicini oltre 250 m, con le principali funzioni sensibili che sono collocate a distanze non inferiori ai 1.300 m. Tali distanze sono le minime ammissibili per un impianto di discarica ma il parere di idoneità assegnata tiene conto delle oggettive difficoltà di localizzazione di una discarica in un’area così densamente abitata.
Con riferimento agli aspetti di carattere ambientale, dall’esame delle carte dei vincoli presenti sul territorio si evince che l’area in oggetto:

  • è prossima a zone adibite alla coltivazione di frutteti;
  • non rientra in aree naturali protette e aree di tutela paesaggistica istituite ai sens del D. Lgs. 42/2004, né in Siti di Importanza Comunitaria (SIC) o in Zone di Protezione Speciale (ZPS);
  • non ricade in zone caratterizzate da acquiferi vulnerabili.

Il livello di naturalità e quello di biodiversità dell’area variano da medio a medio-alto. La zona limitrofa, invece, interessata dalla presenza di foreste e boschi istituiti ai sensi del D. Lgs. 227/2001, si caratterizza per l’elevata diversità ecologica dei biotopi presenti. Per quanto attiene i vincoli di carattere idrogeologico, invece, l’area risulta interessata da un moderato livello di pericolosità da frana, cui non corrisponde un significativo livello di
rischio attesa l’assenza di elementi esposti rilevanti. La classe di rischio sismico associata è quella identificativa di un medio grado di sismicità (categoria S2).

Castel San Giorgio – località Paterno

Il sito corrisponde ad una cava dismessa ubicata nel Comune di Castel San Giorgio, in corrispondenza della frazione Lanzara. L’area risulta prossima dall’uscita dell’autostrada A30 Caserta – Roma, ma l’accesso comporta l’attraversamento del nucleo abitato.
La cava, in un’area ad elevata densità di popolazione è in adiacenza alla villa Calvanese, villa ottocentesca di rilievo turistico, ha nuclei abitativi a distanza ridotta, con funzioni sensibili a poco più di 500 m. Tali condizioni rendono il parere di idoneità ammissibile solo in conto delle oggettive difficoltà di localizzazione di una discarica in un’area così
densamente abitata e per un utilizzo riferito a volumetrie limitate.
Con riferimento agli aspetti di carattere ambientale, dall’esame delle carte dei vincoli presenti sul territorio si evince che l’area in oggetto:

  • è interna ad un’area di tutela paesistica ai sensi del D.Lgs. 42/2004;
  • non rientra in aree naturali protette e aree di tutela paesaggistica istituite ai sensi del D. Lgs. 42/2004, né in Siti di Importanza Comunitaria (SIC) o in Zone di Protezione Speciale (ZPS);
  • ricade in un’area caratterizzata da acquiferi vulnerabili.

I livelli di naturalità e di biodiversità dell’area sono elevati.
I vincoli di carattere idrogeologico risultano privi di particolare significatività. La classe di rischio sismico associata è quella identificativa di un medio grado di sismicità (categoria S2).

Torno a ripetere, sono una persona moderata e spero di parlare a persone moderate. E’ possibile saperne di più? Io chiedo trasparenza, mica di andarsene a quel paese.

Parliamone: qui sul blog, su twitter con l’hashtag #discaricacsg , su facebook nel gruppo In arrivo due discariche a Castel San Giorgio?.

6 pensieri su “Ecco il documento preliminare della provincia”

  1. Confesso di non aver letto il documento completo, ma solo quello che hai scritto qui sopra. E non mi sembra che ci sia niente di allarmante. Quello che voglio dire è che trovo naturale che come siti per lo stoccaggio di rifiuti vengano prima di tutto considerate cave dismesse, per il loro naturale adattarsi al compito che devono svolgere: ovvero aree grandi e il fatto di essere adibite al trasposto pesante. E trovo anche naturale che prima di procedere a fare analisi chimiche scentifiche che sono comunque costose si proceda prima ad una selezione ad alto livello basata su quello che è noto (vicinanza al centro, condizione del territorio e simili). E da quello che ho letto sopra non mi sembra che siano presenti “falsità”. O mi sbaglio?

    Detto ciò, concordo con te che bisogna essere sempre all’erta e ringrazio Il particolare nascosto per il servizio che ci sta offrendo.

  2. Forse é vero, mi sto allarmando inutilmente, non é stato ancora deciso nulla. Mettici che questo documento l’ho avuto prima io che il sindaco, figurati. Comunque non guasterebbe un pò di trasparenza in più (sembra quasi che facciano tutto nascosto per non aizzare rivolte popolari).
    Ah, io ho letto prima un altro documento di risposta (che spiegava perché NON si potevano fare le due discariche qui) e ho pensato che i giochi fossero già fatti. Invece ci stanno ancora ragionando su.

  3. Come mai manca il frontespizio? Sai chi ha redatto questo documento? Hai chiesto spiegazioni ai politici locali? Altrimenti sei solo un altro demagogo populista allarmista!

  4. I politici sono a conoscenza del documento, segno che é ufficiale. A breve cercherò di avere una risposta scritta da qualche politico a riguardo.
    Credo che frontespizio e autori non siano stati tramandati per evitare il linciaggio …

  5. Miki, ho letto il documento e a dire il vero, mi sembra un documento moooolto preliminare e con un’analisi superficiale e scarna di dati significativi…cmq grazie per la divulgazione!

  6. Si infatti è un po’ superficiale.. Roberta tu che ci sei dentro puoi farmi sapere lì nell’amministrazione comunale che si dice a riguardo? Si farà… non si farà… si divulgherà… non si divulgherà… cioè qualsiasi cosa di interesse!

Rispondi