Home > nda' micizia > una chitarra e una voce contro tutti: musikele live @ Baquito (resoconto)
29 Aug

una chitarra e una voce contro tutti: musikele live @ Baquito (resoconto)

Scritto da 1 commento

Ieri sera ho suonato per la prima volta in un locale di quelli veri, ossia il Baquito a Castel San Giorgio (sa).
Ormai io e questo locale abbiamo un “patto di sangue” visto che ci ho lavorato come cameriere qualche anno fa, poi venni a suonare con i (fu) dialectica, e ora finalmente ho provato il grande passo: suonare da solo, chitarra e voce, per ben 3 ore filate.
Mi sono presentato “solo” perché è difficile trovare musicisti per un progetto simile, che siano bravi, suonino ad orecchio e vogliano fare il mio stesso repertorio. Anche se c’è un amico sassofonista che mi piacerebbe avere per qualche serata… Work in progress su questo fronte.
La mia voce non ha mantenuto proprio bene, forse perché il pomeriggio ho cantato tutto il tempo … Sapete com’è … Prove … Emozione … Ma la prossima volta non mi farò trovare impreparato!
Volevo fare una riflessione che ho sviluppato mentre suonavo (si, è possibile pensare mentre si suona, e anche guardare la partita se è per questo … Ma bisogna suonare bene però!).
Ho pensato, e se al posto mio ci fosse stato un karaoke?
Parliamoci chiaro, con la chitarra e con la voce commetto tanti errori, e poi non posso simulare un’orchestra intera; inoltre se con il karaoke si tollerano a vicenda (dato che cantano tutti), co me tollerano solo … Me.
Però ho pensato che: 1. Gli errori fanno parte del gioco, l’importante è saperli nascondere che la gente non ci fa caso 2. Dopo anni di falò e bottellones ho imparato cosa piace alla gente 3. Vuoi mettere il fascino di una chitarra classica suonata male con i suoni finti di un karaoke?
Dal punto di vista del coinvolgimento devo lavorare un pò, visto che non sapevo se limitarmi a fare sottofondo o tenere vivo il pubblico. Questo dipende dal titolare, di solito, ma siccome mi sta dando fiducia, la prossima volta proverò più interazione.
Appuntamento dunque tra due sabati: se volete essere informati restate collegati a questo sito, o iscrivetevi al gruppo de “il particolare nascosto” su facebook. Ciao!

p.s. Nella foto, 3 chitarre che mi hanno fatto compagnia in giovinezza e che ora non ci sono più.

  1. June 1st, 2012 at 02:43 | #1

    e come andò poi?

  1. No trackbacks yet.