Perchè mi piace CrazyUnisa

Da qualche tempo a questa parte sono entrato a far parte di una “crew”, che tradotto in italiano sarebbe “confraternita”. Si chiama “crazyunisa”, se la cercate su internet (o in qualche spogliatoio dei campi di calcetto) avrete l’occasione di trovarci :p .
Con questi ragazzi mi è fialmente tornata la voglia di andare all’università, per seguire i corsi o semplicemente per studiare lì. E’ un gruppo basato sull’amicizia, su una passione in comune (l’informatica in generale e poi l’open source) tant’è che anche i nostri pensieri sono a “codice aperto”. Di sicuro avete trovato i link ai nostri vari blog sul mio sito, e spero che vi siate fatti qualche risata.

Ecco l’elenco delle cose che mi piacciono di questo gruppo:
1. quando andiamo a mensa parecchi pregano prima di mangiare, e non è vista come una cosa poco figa.
2. a mensa mi faccio un sacco di risate.
3. mi stanno conoscendo senza avere pregiudizi – conta quanto vali.
4. la media delle persone che compongono la confraternita, espressa in 30esimi, è di 32 (Diodato alza parecchio la media :p)
5. Sono amici anche fuori dall’università.
6. hanno fatto delle magliette davvero fighe!
7. Fanno petizioni e votazioni per qualsiasi cosa, per essere davvero democratici (ma puntualmente si scontentano tutti :p) .

Siccome un decalogo di 7 punti non è proprio il massimo, ecco 3 punti con le cose che non mi piacciono (sono davvero banalità, comunque):
8. i più attivi frequentatori stanno tutti alla specialistica, e io che sto alla triennale penso che quando starò alla specialistica loro un bel giorno si laureeranno e mi lasceranno solo… 🙁
9. Luca è tutt scem :p (si lo so l’ho messo giusto per arrivare a 10)
10. Come in tutti i gruppi che si formano autonomamente, c’è sempre qualche leader che viene fuori “dal basso”, nel senso che viene scelto tacitamente e anche inconsciamente. Quando quello parla, tutti ascoltano. Quando quello sta zitto, tutti stanno zitti aspettando che parli. Questo leader inconscio è comodo perchè è la persona di cui tutti si fidano; ma non sempre (secondo me) prende le decisioni più giuste per tutti. Secondo voi chi è?

A tutti quelli che si iscriveranno all’università l’anno prossimo… sappiate che farsi degli amici, all’università, è davvero difficile. Io ne ho conosciuti alcuni al primo anno, che sono rimasti comunque amici, ma che per un motivo o per un altro ho perso di vista (chi va troppo avanti, e chi resta troppo indietro..). Senza amici lì, ve lo giuro, stavo anche perdendo la voglia di studiare seriamente. Quindi valutate bene le persone che vi scegliete all’università, cercate di viaggiare in buona compagnia in questi 5 (ehm… 5+?) anni, cercate di fare le stesse strade, gli stessi percorsi, avere un compagno di studi è indispensabile anche solo per potersi confrontare.

Grazie, maruzziè, che me li hai introdotti! no yà introdotti è brutto da dire… presentati! 😀

20 pensieri su “Perchè mi piace CrazyUnisa”

  1. commento solo gli ultimi 3 punti:

    8. Dai nù chiagn che ormai ci hai raggiunto anche tu… Manca pochissimo!
    9. È vero, ma c’è di peggio (a partire da uno che si fa chiamare musigay, o anche musichecca o anche musicoglia)
    10. Di questa caratteristica me ne sono reso conto anche io: ma credo che il gruppo sia così “nostro”, che ognuno di noi abbia la forza per prendere la propria migliore soluzione, anche se un’altra parte del gruppo non è d’acordo.

    Non so se mi sono fatto capire. Aspetto quindi risposta.

  2. anche io commento solo gli ultimi 3 punti.

    8. anche io come te ho questa paura di rimanere solo una volta che finiamo la specialistica o quello che sia, cmq che non frequenteremo più l’università. Ma penso anche che con l’affiatamento che ci sta, è anche possibile continuare a mantenere vivo il rapporto che si è instaurato, ovviamente con qualche calo di ritmi ma sicuramente “vivo”

    9. Lasciammell sta a luchino mio 😛

    10. Se ho capito a chi intendi, indubbiamente è un pò il fulcro del gruppo, ma penso soprattutto che questo è dovuto alle sue doti e non solo per una questione di anzianità o di pigrizia da parte degli altri, è una persona molto riflessiva, umana e sincera e soprattuto ha molta fantasia, quindi riesce a proporre sempre qualcosa di buono. Anche tu musicoglia hai molta fantasia, mi fanno morire le tue mille idee innovative che prima o poi ci porteranno benessere e ricchezza 🙂

  3. si, in effetti si tratta della tecnica del “compromesso”. Fondamentalmente non è mai accaduto che uno subisce passivamente una decisione – io certe volte scelgo di subire le altre decisioni per comodità, mi scoccio di pensare. :p

    Cmq questa figura “segreta” è anche abbastanza democratica quindi non è tutta sta negatività

  4. ogni volta per mettere un commento mi chiedono la mail, e io puntualmente metto quella di p-chan…

    9. musikè faccio buon a scaricarti la roba omo sul portatile allora???

    sul gruppo no_comment!! non mi và

    e niente, il post mi è piaciuto.

  5. Ragazzi, ma ci sono tante altre cose _positive_ che non ho citato perchè speravo che le diceste voi! Mi state deludendo, pensate solo alle negatività :p

    Andiamo ragazzi, basta fissarvi su delle cose che in realtà ho messo proprio per andare a cercare il pelo nell’uovo!! Anzi, a parte il punto 9 di quello che visita i siti omosessuali con il MIO COMPUTER non ho proprio nessun problema

  6. uhm…che dire…guardavo gericho e solo ora mi sono accorto del post. diciamo che è un ottimo escamotage per fare visite…visto che come speravi tutti stanno commentando qui e non sul nostro 😛 (tanto adsense ti toglie l’account : )
    tornando in topic:
    prima dico quello che mi piace e poi rispondo al tuo punto 8.

    1)mi piace che ogni tanto qualcuno se ne esce con qualche post riflessivo come questo e ciò indica come il gruppo stesso stimoli in ognuno dei noi pensieri profondi (a volte)
    2)mi piace che c’è una quantità di cabarettisti non indifferente, cioè almeno la metà di noi è di un livello di ironia spaventoso…roba da professionisti e la rimpatriata a casa di mick lo ha dimostrato con alcune chicche di gerardo (che parla troppo ma ogni tanto caccia dei pezzoni), tonino (che ci mancava con la sua ironia onnipresente), e roby (che parla poco ma quando vuole caccia dei pezzoni) :p
    3)mi piace che nonostante il tempo e nonostante i cambiamenti siamo sempre qui. a sto proposito consiglio di rileggervi i vecchi post per chi è nuovo..per conoscere la nostra storia. scrivendo ora ho pensato a questo: http://www.redsend.org/crazyunisa/?p=342
    che allora forse non fu capito molto (anche perchè io volevo così) ma diciamo che ancora oggi spiega tutto: spiega come è crazyunisa e ancora una volta non aggiungerò altro 😛 per la gioia di bombo
    4)mi piace che anche chi frequenta poco l’università non si dimentica e non viene mai messo da parte dagli altri
    5)mi piace che chi frequenta molto l’università non si scoccia, non cade nella crisi del frequentarsi troppo (tipo fidanzati : )
    6)mi piace che c’è sempre qualche idea geniale a scadenza fissata che riporta su il nostro rapporto (come dovrebbe succedere nelle coppie)
    7)mi piace che a volte è tutto così facile con voi, a volte è tutto così complicato…ma alla fine ci si riesce
    8)le comitive di solito vengono sfasciate dall’ingresso delle ragazze, se ci pensate a noi è successo il contrario 😉 beh…alla fine anche questo mi è piaciuto
    9)mi piace che c’è sempre da imparare…c’è sempre qualcuno sopra di me in qualcosa dal quale posso attingere (e non parlo solo di diodo) in vari momenti
    10)mi piace il poter litigare con qualcuno e poi rifarci pace sapendo che è tutto come prima
    11)mi piace scontrarmi con persone che hanno idee diverse e che la mia cocciutagine e il mio caratteraccio 😛 ne potranno solo avere del bene da ciò
    12)mi piace poter mandare affanculo lo studio e avere sempre qualcuno che mi faccia compagnia nei momenti di cazzeggio
    13)mi piace avere qualcuno che mi rimetta a studiare quando i momenti di cazzeggio superano quelli di studio (ehm…sempre)
    14)mi piace parlare…e ci sono persone tra noi che sono l’ideale per farlo
    15)mi piace ascoltare…e ci sono persone tra noi che sono l’ideale per farlo

    (troppe cose da dire…sarebbe bello parlarne con ognuno…riassumo con un ultimo punto)

    n)mi piace perchè mi fa sentire bene, mi fa sentire realizzato, mi fa sentire di star facendo qualcosa di buono, di far parte di qualcosa di buono. di poter dare e poter prendere ogni giorno…di poter continuare a vivere la mia sindrome di peter pan sapendo di crescere giorno dopo giorno ma in modo così indolore da ritrovarmi nel mondo degli adulti senza subire traumi

  7. dovevo spezzare il commento perchè quello di sopra era troppo lungo ma soprattutto per dividere i momenti. ora voglio rispondere al punto 8 di musikele:

    l’ho pensata anche io sta cosa tante volte, così come la pensa (credo) ognuno di noi…soprattutto forse dopo qualche bella serata/nottata passata insieme. al momento di mettersi a letto ci chiediamo quando durerà…quanto tempo e quanti impegni serviranno per sfasciare tutto e catapultarci nella vita frenetica quotidiana che ci troveremo ad affrontare fuori dall’uni.
    la risposta che mi do’ è che durerà finchè vorremmo farla durare…finchè almeno uno non avrà perso la passione per ciò che stiamo vivendo, la voglia di continuare anche dopo, allora non potrà finire.

    è una scemenza ma io la specialistica non volevo farla fino alla fine…ma poi ho pensato che non potevo perdermi altri due anni così e allora mi sono buttato, in qualcosa forse più grande di me? non lo so…sarà il tempo a dirlo.
    lo dimostrano persone come piero che nonostante non siano più presenti all’uni hanno la voglia di vederci e passare tempo con noi.
    lo dimostrano persone come roby e mik che nonostante i loro impegni (e non solo) quotidiani (familiari e non) facciamo di tutto per far sentire la loro presenza.
    lo dimostrano i nuovi…che ormai, noi vecchi ci siamo abituati a vedere, che ogni anno si uniscono a noi e facendoci capire che sarà un anno diverso e speciale
    lo dimostrano commenti come questi che sono più dei romanzi che altro…

    vabuò ma alla fine che voglio dire?
    che magari qualcuno andrà via, ma qualcun altro ti accompagnerà: ci sono ragazzi (mario e roby) che si stanno per laureare e voi tre potreste essere un po’ come me luca e ale di quest’anno: ci siamo trovati a pensare le stesse cose e poi ecco spuntare diodo e redsend…e anche la specialistica è servita a qualcosa.
    poi la risposta te la sei data tu al punto 5. l’università finirà, ma le *vere* amicizie ce le porteremo per tutta la vita.

  8. p.s. mi ha fatto pariare troppo la discussione sui contenuti homo di musigay
    p.s.2 la mail non è obbligatoria bombo

  9. p.s.3 musikè in sti giorni ho pensato che qualcuno stava per scrivere un post del genere…vabè che non sono nuovo a presentimenti e premonizioni…ma quando l’ho letto ci so’ rimasto così 0_0

    giuro…me lo aspettavo pari pari e mi riferisco anche al punto 1 e 10

  10. musikele chiedeva nel post Anonimo di non parlare della negatività. Io gli rispondo con le stesse parole che ho usato dove lui crede che io abbia parlato di negatività.

    Io on

  11. musikele chiedeva nel post Anonimo di non parlare della negatività. Io gli rispondo con le stesse parole che ho usato dove lui crede che io abbia parlato di negatività.

    Io non credo ci sia bisogno di un decalogo piuttosto, piuttosto di un ennalogo (non saprei altrime nti come riferire quello di raffaele). Io credo di aver bisogno di un solo punto ed è quello che ho già detto:

    1) La forza di questo gruppo sta nel fatto che ognuno di noi sente questo gruppo il “nostro” gruppo, e questo dà la forza ad ognuno di continuare a vivere intensamente questa “cosa nostra”, anche se qualcuno è alla specialistica e qualcun’altro al primo anno, anche se c’è qualche innato leader che si condivide più o meno, anche quando qualcuno di tanto in tanto pubblica un post riflessivo come questo, anche quando ci si diverte perchè siamo dei cabarettisti più o meno bravi, anche se vogliamo pensare a questo gruppo come ad un atomo attorno a cui giriamo come particelle piuttosto che come una rete dentro il quale ci troviamo a raccogliere una parte di noi, anche se qualcuno frequenta poco l’università e gli altri membri del gruppo, anche se si frequenta molto l’università e gli altri membri del gruppo, anche se qualcuno ha una idea geniale che gli altri seguono, anche se le cose possono sembrare troppo facili o troppo difficili, anche se le ragazze entrano nel gruppo (vedi martina e spero la nuova di livio) o escono dal gruppo (inutile citarle perchè sono tante), anche se qualcuno insegna cose nuove agli altri e qualcun’altro apprende, anche quando si litiga, si discute, ci si incazza, anche quando si hanno idee diverse e si passano nottate intere a parlarne e a sbattersi le proprie teste dure le une contro le altre, anche quando si manda a fanculo lo studio e si cazzeggia, anche quando si manda a fanculo il cazzeggio e si studia, anche quando si parla, anche quando si ascolta, anche quando ti senti bene, realizzato, senti di star facendo qualcosa di buono, di star facendo parte di qualcosa di buono, oppure ti senti male, ti senti come se ti manca qualcosa, ti senti in un periodo in cui sembra che non ti va bene nulla, anche se si è vecchi, oppure si è nuovi.

    Credo che ancora più sintomatico sia il fatto che a dire che sento questo gruppo come “nostro”, sia io che inseme a redsend e a te, musikele, sia “nuovo”.

    Un solo appunto: forse qualche volta con livio si esagera non credete? (ci sono anche io dentro)

  12. musikè nun se po vedè sto nuovo tema!!!
    stai appiccicato con la grafica, l’usabilità e il buon senso!!!! 😀

    cambialo immediatamente

  13. commenta lì dove è appropriato! e cmq tieni presente che sto lavorando per ottimizzare tutto.

  14. Nuovo nel crazyUnisa??cosa significa??? ecco cosa è per me questo gruppo. Forse non è troppo chiaro: intendo dire che dal primo momento in cui sono entrato a far parte di questo ormai gruppo “ben nutrito”(si pensi a me e a redSend!!mitico) non ho mai sentito il fatto di essere nuovo, di entrare in punta di piedi per farmi ben volere e poi pian piano guadagnar punti per acquisire sempre + maggior rispetto dagli altri. No, tutto questo non l’ho mai sentito sulla mia pelle. Anzi, forse non c’è mai stato!! sono stato sempre me stesso ed incoraggiato ad esserlo. Forse è questo che più mi piace del CrazyUnisa. Forse sarà anche io sarò quello che più deve scendere a compromessi sulle scelte visto che le mie proposte fanno sempre ridere gli altri (vedi polo color rosa!!!), ma devo dire la verità: non mi è mai interessato più di tanto. L’importante è esserci. e questo lo dico dopo la mia esperienza solitaria giù al nord in cui mi so mancate anche le cose + piccole di cui ci si accorge soltanto quando non ci sono perchè so quelle che fanno la differenza. E a dir la verità rimpiango tutte le volte in cui non ci sono stato ad una rimpatriata. Sono stati momenti persi che non ritorneranno più!!! Riguardo al punto 10 in natura ogni cosa è concentrata intorno ad un punto speciale che si chiama “baricentro”. Be’ anche nel CrazyUnisa c’è ne bisogno di uno e per fortuna c’è!! Grazie di tutto.

  15. Ho letto uno ad uno tutti i vostri post…

    Molti mi conoscono(RedSend,Diodo,Musikele), molti di vista, molti no.
    Mentre leggevo mi è salita una voglia di continuare gli studi alla specialistica che non vi dico, mai successo. Secondo me farò la fine tua, raphè 🙂

    Condivido appieno tutte le emozioni,sensazioni,voglia di cazzeggio,di studio, di stare insieme e far parte di qualcosa di buono , che avete fin’ora esternato..
    Come ho scritto anche nell’intervento fatto in un altra parte del sito, sembra veramente ieri che gironzolavamo per i corridoi di lancusi , o nell’aula studio, o giocando a pallone nei prati, o meglio al bar di mario & tonino..

    Bei tempi che non tornano, e restano impressi nella nostra memoria..quando avevamo davati 26 esami e speravamo di finire presto e non vedere più l’università, come sempre si arriva agli sgoccioli e non la si vuole più abbandonare…sento una malinconia esagerata, che mi ha preso gia da quando ci hanno trasferiti a fisciano: è svanita quella magia che quel magnifico posto che è Lancusi, insieme ad un numero abnorme di informatici, emanava ogni singolo giorno della nostra vita universitaria….

    Spesso torno lì a studiare, e la mente si affolla di ricordi di ogni genere, e ci vorrebbero settimane per metterli per iscritto.. E anche se ritrovo diversi amici stretti, vecchi affezionati di lancusi, tutti gli altri mi mancano cmq. a partire dai prof(incredibile ma vero), alle signore delle pulizie :D:D

    (…tralasciando settimane di sentimentalismi….)

    Cmq la verità è una: La vita universitaria è troppo una figata se la vivi come si deve, anche studiare fa pariare! L’importante è avere amici con cui condividere tutto ciò, pariare, mangiare, fumare, bestemmiare sui prof, cazzeggiare, girare per le altre facoltà in cerca di donne, prendersi esami, farsi fellare, andare al bar di mario e tonino, perdere il pulman, giocare a pallone, stare sulle panchine, cantare, ridere, scherzare…. THAT’S UNISA!

    CrazyUnisa!!! e ca secondo me fra poco entro a far parte di voi….e riprendendo le parole di raphè: Oh, pensandoci bene , altri 2 anni così (diciamo pure 3), e chi se li vuol perdere!!!!

    See you soon….. 😉

    Mister G
    http://misterg.mrw.it

  16. Lo so, c’ho messo un bel pò per scrivere, ma finalmente ho messo in ordine le idee nella mia testa….

    cos’è per me il crazyunisa ?

    ebbene, per me il crazyunisa è un posto felice…direte voi: “un gruppo di persone possono essere un posto ?” astraendo l’idea è possibile…non esiste per ciascuno di voi un posto che vi fa stare bene ? sereni ? per alcuni può essere il cesso, per altri magari un prato su una collina dove stendersi circondato dalla natura? si ! allora per me questo posto è il crazyunisa….della serie “non importa dove ma con chi”

    il crazyunisa è un posto dove non ci sono santi nè eroi (riferendomi a peter pan)

    il crazyunisa è un posto dove puoi litigare con un amico e poi rifarci pace con una chiacchierata, un bel 5 e poi uno bello “yeeeaaaahhh”

    il crazyunisa è un posto dove puoi parlare dei tuoi problemi trovando persone disposte ad ascoltarti e magari darti consigli secondo il loro punto di vista

    il crazyunisa è un posto dove puoi fare il demente, ma cmq venire preso seriamente quando il discorso si fa serio

    il crazyunisa è un posto dove puoi accettare uno scherzo (anche gavettoni) con un sorriso

    il crazyunisa è un posto dove puoi sfottere le persone e star sicuro che non se la prenderanno mai, perchè a sfotterle è un amico

    il crazyunisa è un posto dove la tua parola vale quanto quella degli altri

    il crazyunisa è un posto dove, anche se non ci vai per un pò, vieni cmq accolto con un abbraccio caloroso

    insomma per me il crazyunisa, dopo 127.0.0.1 è il miglior posto che ci sia, ma solo se popolato con altri processi come me (questa è proprio da informatici)

    soprattutto dopo aver passato un momento un pò particolare, mi ha fatto molto piacere che nessuno mi ha abbandonato, che per me ci siete sempre, che vi preoccupate per me….vi voglio bene

Rispondi