Acqua Calabria, leggi bene l’etichetta!

RIASSUNTO:

carissimi, in questi giorni d’assenza sono stato in Calabria. non avete lamentato la mia assenza, vedo!

Dovevo restare solo 3 giorni ma alla fine ne ho passati 5, tutti bellissimi. Tra l’altro ho aspettato la mezzanotte con Raffaella per festeggiare l’onomastico insieme (con Silvia che pure ci ha festeggiato!) e poi, il giorno dopo sono partito.

Un bacio alle mie calabriselle: Silvia, Faffarella, Cinzia.

LA STORIA COMPLETA

Michele Nasti deve consegnare un divano al trinitypoint di Catanzaro Lido, situato più o meno qui.

Il viaggio è iniziato lunedì 25/09 e doveva terminare il 27/09: due giorni insieme alle mie amichette. Ho tentato di fare una sorpresa-scherzo a Silvia, riuscita un po’ male, anche se l’effetto c’è stato quando mi ha visto comparire affianco a Raffa, ottima complice!

In questi giorni mi sono divertito molto. Ho mangiato tantissimo, com’era ovvio, tra le varie case in cui mi hanno ospitato – un ringraziamento speciale a mamma Pina, a mamma Marina, e a zia Lucia, le quali finalmente mi hanno fatto tornare nella misura dei miei pantaloni. Tra le tante cose che ho fatto, ho rivisto un pezzo della mia infanzia: sono tornato a Magisano, paese nel quale mancavo da circa una decina d’anni! E con sorpresa ho scoperto che sta vicinissimo alle case delle mie amikette, wow che bello! ho un motivo in più per andare a trovare la Zia e un motivo in più per andare a trovare le amiche hehehe 😉 .

A parte la zia ospitale come sempre, sono state le ragazze a sorprendermi. La mia padrona di casa, Raffaella, che mi ha ospitato come un pashà anche se alle 6 del mattino veniva a Skummigliarmi nel letto solo per farmi dispetto; Cinzia, la sorella della padrona e quindi padrona ank’essa, che m’ha voluto bene tanto tanto tanto, ed io ricambio il mio affetto per lei..! E poi Silviuccellina, che già avrete sentito nominare in qualche altro post, la quale si merita un’altra menzione d’onore per l’affetto con il quale mi ha trattato, “come figlio dell’ingenito figlio! vabbuò?!” Scherzi a parte, Silviuccia è stata la mia guida per Catanzaro quando Faffarella aveva impegni, mi ha accompagnato a fare i servizi, abbiamo chiacchierato molto ed insomma, la sorpresa che dovevo farle alla fine s’è riversata su di me: sono stato piacevolmente colpito dal suo modo di essere, ancora una volta.

Una menzione d’onore anche a Sabrina, che ho visto parecchio lanciata con il tipo del “bar ciudad”, e simpatica nonostante le sue carenze nel napoletano parlato (urge un corso di perfezionamento!), ed Angela, che ha il ragazzo che fatica a Pordenone per guadagnarsi la pagnotta, e lo vede una volta al mese. Storia d’altri tempi, wagliò! Manco in via col vento c’erano queste cose… (e chi mi conosce lo sa che non ho mai visto via col vento..!)

Cito con piacere anche una persona che non è stata con noi fisicamente ma per quanto ci abbiamo “pariato” su è come se lo fosse: Mik il Veroneze, che si fa i zuoi ziri in barca con la zente, che poi si scopre essere l’amica zezilia..!

Con questa bella ed allegra ciurma di sole donne ed io galletto, ci siamo imbarcati in tante e varie cose: posso considerarmi l’unico ad aver visto il “Chiavatore” di giorno, insieme a Piazza Matteotti e ai Giardini, thanks to Silvia che mi ci ha portato; inoltre sono andato a prendere un apertivo al bar dei giardini, wow quanto mi sono sentito chic, seduto proprio alla vetrina che piace tanto alle ragazze ; ho vissuto insieme a loro le loro stesse vite, senza pretendere, senza strafare, insomma vivere la loro normalità e trovarla così speciale, armoniosa, fresca.

Ho mangiato una pizza la quale era accettabile, considerato gli elevati standard a cui sono abituato; la compagnia è stata piacevole e non ho partecipato al secondo giro di crema di caffè solo perchè dovevo guidare, sisters!

Dovevo restare solo alcuni giorni e mi sono ritrovato a partire dopo ben 5 giorni catanzaresi, sempre intensi, sempre belli. E’ bello sentirsi dire “resta con noi un’altro giorno” e rispondere “mi sono finite le mutande…” (!) e loro che subito mi propongono mille negozi in cui poterle comprare.. wow ! Ed io sono stato ben felice di romperle i maroni, un giorno in più (anzi 2) sono stati belli, allegri, spensierati, un viaggio nelle vecchie amicizie che diventano sempre più nuove e si fortificano e si rinnovano, un viaggio tra le persone che ti parlano col cuore in mano sempre, che si fidano di te come io mi fido di loro, che considero amiche, che non voglio perdere più.

VI TERRO’ STRETTE STRETTE, SISTERS!

p.s…. allora prima o poi verrete a trovarmi ?

p.s.2: il livello di censura è impostato su “vedi mamma cos’ha scritto mikele”.. hehehehehehe!!!

O’ Mast

p.s.3: Vi voglio bene, chicas. que no olvideis .. siate sempre questa scarica d’allegria, infondete gioia nei cuori delle persone, e non abbiate paura d’essere come siete perchè siete davvero persone speciali!

P.S.4: a seguito delle proteste di Fabrizio, che vedete nei commenti, voglio citare che il padrone di casa Pellegrino è Frabrizio; ovviamente ‘a cummann iss. In effetti mi sembrava d’averti citato ma non ci sei. E’ perchè in prima stesura stavo raccontando tutto giorno per giorno, poi a un certo punto mi sono perso per la strada e ho deciso di raccontare “a modo mio”. Fabrizio è stata l’unica persona a cui sono riuscito a fare la sorpresa per bene, spero di fartene altre cicciobello! e magari di fare qualche sorpresa anche a tutti gli altri. Rivediamoci presto… e quando vuoi sei sempre il benvenuto qui!

…come ai vecchi tempi aspettando il 9

Carissimi ciccilli,

una volta ho messo questo messaggio come frase personale in msn, e tutti a chiedermi “che cosa succede il 9?!”

Mi sento in dovere di spiegare, specialmente a chi mi conosce da poco, i famosi tempi del liceo.

Il 9 è l’autobus arancione che parte da Salerno, parco Arbostella, e arriva a Siano. Passa, tra i vari paesi, per Vietri, Cava, Roccapiemonte (dove c’è il mio liceo!), Castel San Giorgio (my pueblo), e Siano. Ovviamente ce ne sono altri ma mi sono limitato ai più significativi.

La curiosità è che è l’unico autobus publico ad arrivare a Castel San Giorgio. Quello che prendevo io, invece, era la Leonetti&Gallucci , che faceva lo stesso percorso solo che deviava un attimo per andare a Lanzara e lasciarmi davanti casa: passava ogni ora, ma passava esattamente quando uscivo io da scuola!

Il bello è che per 5 anni, ogni giorno, all’uscita di scuola ci ritrovavamo in 4: io, Vincenzo Sarno (carissimo amico, sempre presente in my life!), Eda (carissima amica, che ho ricominciato a sentire grazie a msn!) e Loredana (ho perso le tracce! è ancora viva?!). In pratica si andava a scuola solo per beccarsi quei 10 minuti sul bar a chiacchierare, aspettando il 9. Si scherzava su stronzate e si parlava di cose anche serie, tenendo presente che al liceo ero un emerito deficiente – il doppio rispetto a cosa sono oggi!. Quell’amicizia sembrava durare a lungo, e invece finì la scuola e finì l’appuntamento quotidiano al bar Ponte.

E ora passiamo al fatto che ha scatenato questa frase: grazie ad internet, ho per l’appunto ripreso i contatti con Eda. Si chatta ormai da 7-8 mesi, ricordo che ci siamo scritti anche in spagna, però non ci siamo mai visti se non in circostanze da “pullman”! Recentemente, però, dovevamo andare all’uni lo stesso giorno e siccome vado con la macchina, mi sono offerto di darle un passaggio. Il caso ha voluto che quel giorno fosse San Matteo, patrono di Salerno, e l’università stava chiusa… così siamo andati a Salerno, e finalmente abbiamo chiacchierato, dopo circa 3 anni dalla fine del liceo, senza un dannato pc di mezzo! una camminata quà, un caffè di là, 2 orette passate senza neanche accorgersene. Costruttive..

Questo mi ha ricordato i vecchi tempi del 9. I miei vecchi amici hanno subito capito a che mi riferivo, hehe. Io però sono sempre stato poco nostalgico, insomma il fatto mi ha fatto tenerezza (scusate il gioco di parole che ho “fatto”), ma lo sapete, la vita va solo in avanti e mai all’indietro.

Allego una foto di Eda, almeno fino a quando non mi ordina di toglierla…!! Questa foto certifica che per una volta dopo 3 anni ci si reincontra.. alla faccia di Biagg!!!. AH! Inoltre Eda ha un blog, a quest’indirizzo: http://edly1.spaces.live.com/

Baci a tutti!—AGGIORNAMENTO:
eda mi ha imposto di togliere la foto, perchè secondo lei sta male. Nonostante tutto, la prova che ci siamo incontrati resta in mio possesso!! e già che ci sono, rispondo pure a Sandro: sandro il 23 non l’ho mai preso, strano che me lo chiedi! tu lo prendevi tutti i giorni e non mi hai mai visto dentro !!

avete presente quella sensazione…

Avete presente quella sensazione,

che sembra che tutto, da quel momento in poi, sarà diverso? che le cose possono in qualche modo solo cambiare? Ieri sera stavo così, e per una volta ho messo da parte l’ottimismo e credevo che le cose potessero andare soltanto peggio. Per fortuna, invece, quando ci si mette con l’impegno (non solo il mio), le cose tornano al loro posto.. anzi, sono anche cambiate, ma in meglio.

Certo, le distanze fanno male, ma chi mi conosce sa che sono altri i problemi che mi piace affrontare: il mondo sembra sempre più piccolo e 400 km non sono più la stessa cosa di 10 anni fa.

Io, cmq, resto fiducioso nel futuro, perchè se c’è qualcosa che posso fare per stare bene, e far stare bene, ho intenzione di farlo.

Un bacio.

Michele

Beautiful days

la vita, dopo un erasmus, è dura; e questo si sa anche abbastanza bene!

Dopo essersi tanto abituati allo sconvolgimento, a quei discorsi pazzi che ti spippano il cervello, ecco che si torna in italy a fare la cazetta a casa. E chi l’avrebbe mai detto che mi sarei ritrovato a “lavorare” per ammazzare il tempo? Io, che come sapete basta che si chiacchiera e sono già abbastanza contento?

Fatto sta che questi due giorni stanno passando proprio freschi. A parte i ragazzi “amici del Sevillanos”, con i quali mi sento tutti i giorni, e specialmente con le calabresi che stanno sott’esame, sto dando un cambio alla mia vita grazie all’AEGEE.

Ebbene si! in quest’associazione, in cui si riuniscono tutti i vecchi nostalgici delle pazzarie erasmussiane, si passa il tempo aiutando i nuovi erasmus a cercare casa, a organizzare uscite, insomma ci si diverte bastante! Quelle 2 orette che passo la mattina in associazione me la parejo alla grande. Ora ci sono 2 ragazze di madrid che cercano casa, e quando vengono loro in ufficio si parla una sola lingua: SPANISH! e normalmente siamo 8-9 persone in uno stanzino 2×3 ! wow…!

Poi ieri sera sono andato a mangiare una pizza con le mie figliette scout, Ilaria Francesca e Chiara (purtroppo non abbiamo diapositive, mmerd!), e abbiamo chiacchierato di mille fatti davanti ad una squisita pizza ai giardini di manù! Poi ci siamo pure andati a prendere il gelato… insomma le tre figliolette scout sono uno spettacolo, messe insieme! pariata assicurata. Per non parlare di cosa hanno raccontato… aeeee!! senza papà hanno fatto mille feste..!! cmq davvero si sono fatte tutt’e tre più belle di prima, se poi vi dico che sono pure divertenti… insomma, ragazzi, che aspettate? provate a conquistarle… prima che conquistino (senza volerlo!) voi hehehe!

E per finire oggi caffè con Mimmo Bit… mio dio quel ragazzo lo vedo una volta all’anno, e se qualcuno volesse sapere che fine ha fatto, vive a Battipaglia in non meglio precisate condizioni ma passa MESI imbarcato sulle navi della marina militare, a La Spezia! Lo sapete che ho mille fatti da raccontare, ma per una volta HA PARLATO SOLO LUI!!! wow ! insomma ho potuto mangiare con calma.. e soprattutto non avete idea di quante cose mi racconta… ci vorrebbe una videocamera perchè è tropp scem!! hehehe

Vabbè ragazzi! E questa sera botta di responsabilità, resto a casa, stanco, con tanta voglia di programmare. Sto sul terrazzo a scrivere, il cielo tuona, ma è così romantico… Quanti di voi hanno visto la pioggia oggi, a lanzara, con il sole? è stata troppo bella.. E qui capita pure spessissimo!!

Un bacio a tutti i lettori, e se volete uscire qualche volta, io ci sono sempre!

Michele!

P.S. Silvia e Raffa (e forse pure Cinzia)! Ma come potevo non sgamarvi, nel post precedente? Ormai l’abbiamo capito che sbraitate per Biagg’.. se lo dicessi ai vostri ragazzi vi spaccherebbero la kapokkia a tre parti! Cmq biagg è mio e non si tokka! Se lo volete conoscere, solo sotto la mia supervisione!

Il ruolo degli psicologi nella società moderna

Carissimi, ho un’amica (nella fattispecie Antonellina, di cui riporto il link del suo blog!: http://bebbbi.spaces.live.com/ ) la quale mi accusa continuamente di avere mille pregiudizi e di esprimermi su cose che non conosco. Questo può anche essere vero, nonostante io mi senta sempre mosso da un’ansia di conoscenza. (yeee e quanto me la tiro!)

Il nostro problema, in questo momento, è il ruolo dello psicologo. Io ho un’opinione su di loro, che però non esprimo dato che sono interessato all’opinioni dei miei numerosissimi (appicciate il lampione! non si vede più nessuno da troppo tempo quiiii) lettori.

Che ne pensate degli psicologi? avete anche idea di cosa fanno, o vi esprimete in base a un po’ di fantasia?

Alla fine del sondaggione, scriverò la mia opinione di prima e la nuova (grazie alle vostre idee). Poi interpelleremo la mia stessa amica che ci illustrerà a ke servono sti psicologi.

Ok?

Besos!

p.s. cmq mi sembra che in italia il mondo è diviso in due: chi li ama e chi li odia. Una via di mezzo nion c’è… mah!

p.s.2 antonellina… come vedi mi sto applicando per venirti incontro! Spero accetterai l’invito a partecipare a questo “porta a porta” (anzi, blog a blog)

Back from mille viaggi

e allora chicos…

ritorniamo a parlare un po’ del viaggio: questo sconosciuto – Anche per me, che sto viaggiando continuamente negli ultimi anni. E’ forse dall’inghilterra di 3 anni fa che ho iniziato e non mi sono più fermato, e ogni viaggio è diverso dall’altro. Si cresce, si impara, si conosce tanta gente, si vive, e quando si torna si rivive tutto come in un film, in un attimo.

sono stato a Siviglia, a Malgrat, e poi in Calabria… degli altri erasmus che conosco, qualcuno di loro ha fatto la mia stessa pensata di non starsene fermo; i miei amici invece dicono “ma questa volta ti fermi, almeno per un po’?!”

E come potrei fermarmi? La calabria è stata splendida. Quante volte ci sono stato da piccolo, ma andarci adesso e rivedere un pezzo d’infanzia con delle persone stimoanti, che ti provocano un’emozione, con le quali ci hai dormito, ci hai pranzato, e sai che in qualsiasi modo le cose andranno a finire resterà comunque questo rapporto splendido, insomma tutti insieme sotto lo stesso tetto.

Tra paestum e la calabria mi sono divertito tantissimo. I 2 HERMANOS (in napoletano “frà”), Michele e Davide, sono stati davvero delle pietre miliari per me, d’aiuto in qualsiasi momento, e soprattutto di parianza in ogni attimo. Non criticano nessuna scelta, non giudicano, ma se serve qualcosa ci sono. Divina ci ha fatto sentire a casa nostra anche se vivevamo in una tenda…. Grazie divì! e mi raccomando… “mo’ c’a scenn na lengua mokk a kist!”

Marisabel pure, all’apparenza calma e poi invece a’sott a’sott pazza come tutti, invischiata in qualsiasi nostro piano criminale che abbiamo proposto… Indimenticabile interpretazione di Giunone.

E ora passiamo alla calabria… Beh, c’erano Silvia e Raffaella. tipiche ragazze calabresi…. makkè! queste due ragazze sono la guerra in persona. Non si tirano mai indietro a qualsiasi piano criminale, tipo falò alle 2 di notte mentre fuori piove (anzi diluvia!), compagne di skitarrate notturne, diurne, di mangiate di percoche, di occupamento cessi. Raffaella mi ha dato parecchie soddisfazioni perchè ha riso ad ogni mia battuta, davvero, anche alle peggiori. Gli darei un 10 e lode solo per questo; chi legge conosce il livello culturale delle suddette battute.

E poi c’è Silviuccellina. Silviuccia forse è stata la sorpresa di tutta la vacanza in Calabria. La conoscevo già bene, ma in Calabria ho scoperto mille nuovi lati positivi… e se sono stato bene lì molto è dipeso da lei (era pure la padrona di casa, meglio non litigare ke se no mi cacciava!). Scherzi a parte, io spero di non perderla mai di vista, comunque vada, perchè ci sono tante cose che ci siamo detti in faccia che mi hanno colpito e.. insomma, merita. Di sicuro non voglio perdere nessun’altro di vista, nè Raffa, nè Cinzia la hermanina, nè i chicos, nè Chiaretta.

Eccola qui, kiaretta! Ogni giorno mi scappa un pensiero su questa cagliaritana in giro per il mondo. Oddio, in verità penso a delle battute che si potrebbero appioppare a lei, sapete com’è è un personaggio! tra l’altro io e te ci vediamo, vero kiaretta? a fine ottobre sto a casa tua… apprepara i divani! E non studiare troppo… Ah, una domanda: ma quando studi… studi ad alta voce?!?

Dai , raga’. un saluto

Michele

Guarro

Mast

p.s. ho rivisto questo post, quanti errori ho commesso!! ciuccione. Però voglio correggere solo i più clamorosi…. afangul!

vendesi… speranze

Ciao a tutti!

Inizio col dire che un mio caro amico vuole vendere un SONY VAIO PCG C1 MHP, se siete interessati fate un urlo.

più o meno il prezzo si aggira sulle 900 €. Magari penserete che è un portatile da niente, invece è un computerino molto mignon utilissimo per chi viaggia molto.

Il resto dell’articolo lo scrivo la prox volta… un bacio a tutti!

Michele